MENU
SPESE DI SPEDIZIONE GRATIS
PER IMPORTI SUPERIORI A
35 € IN ITALIA
70 € IN EUROPA
Click per vedere l'elenco
Ultimi arrivi
Più rilevanti
Autore crescente
Autore decrescente
Titolo crescente
Titolo decrescente
Editore crescente
Editore decrescente
Prezzo crescente
Prezzo decrescente
Pagina
di

Le Collane

#107697

George Grosz. Berlino- New York.



Autore:
Curatore: Roma, Villa Medici, 9 maggio-15 luglio 2007. A cura di Enrico Crispolti e Philippe Dagen.
Editore: Skira Ed.
Data di pubbl.:

Dettagli: cm.24x28, pp. 290, num.figg.bn. 363 tavv. a col. br.con bandelle,

Abstract: Pubblicata in occasione della grande mostra romana, la monografia su George Grosz si propone come una traccia, sostanzialmente molto ricca, per ricostruire le vicende della sua fortuna entro la cultura artistica e storico-critica italiana. Oltre 500 illustrazioni tra disegni e dipinti documentano tutta la produzione dell'artista berlinese sia per quanto riguarda gli anni tedeschi sia per il ciclo americano. All'interno del catalogo saranno presenti i disegni eseguiti da Grosz all'età di quindici anni nella sua città natale in Pomerania, i lavori risalenti al periodo della Repubblica di Weimar e i disegni del periodo statunitense che illustrano il nazismo in Germania e la guerra in Europa. Inoltre bozzetti di scenografie e costumi compiuti tra il 1919 e il 1954 per le opere teatrali di Bernard Shaw, Iwan Goll, Georg Kaiser, Paul Zech, Jaroslav Ka¨ek e numerosi collage realizzati nel 1959 nello stile della pop-art. Completano il volume scatti inediti della vita privata del pittore che contribuiscono a comprendere l'ambiente in cui è avvenuta la sua formazione artistica, un saggio di Enrico Crispolti, Grosz e l'Italia: debiti, attenzione, influenze, circolazione (traccia per una ricerca) e uno di Philippe Dagen, "Not too bitter, Herr Grosz!" sull'esperienza americana dell'artista. Nato nel 1893, Grosz fu attivo nella sua città fino all'inizio degli anni trenta. In questo periodo la creazione artistica è caratterizzata da una forte influenza cubista e futurista, mescolata tuttavia con fonti classiche e popolari. I risultati sono vedute urbane apocalittiche e violente che illustrano perfettamente la situazione tragica del dopoguerra tedesco. I disegni di questa fase, soprattutto inchiostri e acquerelli, hanno contribuito decisamente all'immagine che molti hanno della Germania degli anni venti. Con l'avvento del nazismo, Grosz si trasferì in America, dove si caratterizzò per una produzione ancora a tratti violenta e surrealista ma certamente più pacata rispetto a quella tedesca.

EUR 60.00
-50%
EUR 30.00
Aggiungi al Carrello
Inserisci un testo da ricercare in tutto il catalogo
Cerca
Nessun parametro di ricerca inserito.
Libri
Totale
Riepilogo Carrello
DESCRIZIONE
PREZZO
TOTALE LIBRI
Nessun articolo nel carrello.
Aggiunto titolo al carrello.
Rimosso titolo dal carrello.
Vai al carrello...
Bentornato
Avanti
Indietro
Spese gratis in Italia
Spese gratis in Europa
Aggiungi promo al Carrello
SCOPRI I LIBRI GRATIS
Chiudi
RICERCA
Password dimenticata ?
Click per vedere l'elenco
Dati di registrazione / Spedizione
Sei già nostro cliente ?
effettua la login
effettua il logout
Conferma Password
Nome
Cognome
Indirizzo / N° civico
Città / Provincia
Nazione
Telefono
Cellulare
Dati di fatturazione
Ragione Sociale
Partita IVA
Codice Fiscale
Sei una libreria ?
Si
Vuoi riceverla ?
Seleziona Materie
Materie inserite
Aggiungi
Sicurezza
Ripeti il codice di sciurezza
I campi contrassegnati con la bordatura rossa sono obbligatori.