MENU
FREE SHIPPING COSTS
FOR ORDERS OVER
35 € TO ITALY
70 € TO EUROPE
Click here to see the list
Latest books
Most relevant
Author ascending
Author descending
Title ascending
Title descending
Publisher ascending
Publisher descending
Price ascending
Price descending
Page
of

Arte Musei

Series

#259841
Arte Musei
Lungarno Corsini Firenze. s.d.circa 2010, cm.22x30,5, 174 tavole a colori. legatura editoriale.
EUR 12.00
Add to Cart
#259757
Arte Musei
Pisa, Pacini Editore 2014, cm.14x24, pp.216, bropssura copertina figurata a colori. Il museo del vetro e il magazzino del sale: un binomio formidabile per valorizzare l'isolato del centro storico che ha mantenuto molti dei suoi caratteri originari e l'attività vetraria, che più di ogni altra ha segnato l'identità della nostra città e che abbiamo potuto realizzare grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze. Un museo della città e per la città: per dare dignità culturale al lavoro dei vetrai, alla faticosa manualità delle fiascaie, all'inventiva dei maestri vetrai. Un museo in cui gli oggetti esposti nelle varie sezioni sono in simbiosi con la fabbrica che li ha prodotti, con i rumori della vetreria e i bagliori del forno, con i volti sudati dei soffiatori, dei levatori, degli attaccagambi: il suo primo intento è quello di comunicare e condividere queste esperienze con le nuove generazioni e suscitare curiosità, stupore ed emozioni nei visitatori. Contiene abstracts in lingua inglese.

EAN: 9788863157574
EUR 23.00
-35%
EUR 14.90
Add to Cart
#259739
Arte Musei
A cura di A. Bisceglia, L. Cianti Brunori. Firenze, Polistampa 2008, cm.14x21, pp.328, num.figg.a col.nt. br.cop.fig.a col. Coll.Piccoli Grandi Musei. Ediz. italiana e inglese.

EAN: 9788859603696
EUR 14.00
-36%
EUR 8.90
Add to Cart
#259738
Arte Musei
A cura di R. C. Proto Pisani. Firenze, Ediz.Polistampa 2008, cm.15x21, pp.244, ill.a col. br. Coll.Piccoli Grandi Musei,9. Testo Italiano/Inglese. Il complesso francescano di San Vivaldo, nel Comune di Montaione, sorge in uno dei luoghi più suggestivi della Valdelsa, in un'area di alto valore ambientale e paesaggistico e in posizione centrale rispetto a città d'arte e siti di interesse turistico e culturale. Dichiarato nel 1984 monumento nazionale, rappresenta l'emergenza artistica più rilevante del territorio di Montaione e costituisce un'importante riferimento culturale, spirituale e turistico per la Valdelsa e per tutta la Provincia di Firenze. La guida descrive il complesso e la sua storia, avvalendosi anche di una campagna fotografica realizzata ad hoc. Sono proposti itinerari attraverso l'arte, l'artigianato, le tradizioni e i prodotti del territorio. Un glossario permette la comprensione dei termini usati nel volume.

EAN: 9788859601258
EUR 14.00
-36%
EUR 8.90
Add to Cart
#259737
Arte Musei
A cura di M. M. Simari, A. Bisceglia Firenze, Ediz.Polistampa 2008, cm.15x21, pp.408, ill.a col. br. Coll.Piccoli Grandi Musei,20, Testo Italiano/Inglese. Fu nel contesto di un progetto illuministico di acculturazione popolare che il Granduca Pietro Leopoldo fondò l'Imperiale e Reale Museo di Fisica e Storia Naturale affidandone la direzione a Felice Fontana (1730-1805) con il compito di organizzare le collezioni naturalistiche e gli strumenti scientifici dell'Accademia del Cimento, fino ad allora conservati nella Galleria degli Uffizi. L'apertura al pubblico nel 1775 costituì un evento senza precedenti nel panorama dei musei di storia naturale. Nel giro di pochi anni il Museo divenne il maggior centro italiano di ricerca fisica e naturalistica e le sue collezioni ebbero un incremento tale da essere considerate tra le più importanti d'Europa. A ciò contribuì anche la creazione dell'officina ceroplastica che produceva fedeli quanto spettacolari modelli anatomici umani in cera. Negli anni Ottanta del Settecento fu anche portata a termine l'edificazione del torrino con l'osservatorio astronomico, ulteriore passo verso il compimento dell'idea di riunire in un'unica sede tutte le discipline scientifiche.

EAN: 9788859603818
EUR 14.00
-36%
EUR 9.00
Add to Cart
#259736
Arte Musei
A cura di F. Barbagli, G. Pratesi. Firenze, Ediz.Polistampa 2012, cm.15x21, pp.392, ill.a col. br. Coll.Piccoli Grandi Musei,20, Testo Italiano/Inglese. Fu nel contesto di un progetto illuministico di acculturazione popolare che il Granduca Pietro Leopoldo fondò l'Imperiale e Reale Museo di Fisica e Storia Naturale affidandone la direzione a Felice Fontana (1730-1805) con il compito di organizzare le collezioni naturalistiche e gli strumenti scientifici dell'Accademia del Cimento, fino ad allora conservati nella Galleria degli Uffizi. L'apertura al pubblico nel 1775 costituì un evento senza precedenti nel panorama dei musei di storia naturale. Nel giro di pochi anni il Museo divenne il maggior centro italiano di ricerca fisica e naturalistica e le sue collezioni ebbero un incremento tale da essere considerate tra le più importanti d'Europa. A ciò contribuì anche la creazione dell'officina ceroplastica che produceva fedeli quanto spettacolari modelli anatomici umani in cera. Negli anni Ottanta del Settecento fu anche portata a termine l'edificazione del torrino con l'osservatorio astronomico, ulteriore passo verso il compimento dell'idea di riunire in un'unica sede tutte le discipline scientifiche.

EAN: 9788859606796
EUR 14.00
-36%
EUR 9.00
Add to Cart
#259735
Arte Musei
Firenze, Polistampa 2011, cm.14x21, pp.232, num.figg.a col.nt. br.cop.fig.a col. Coll.Piccoli Grandi Musei. Ediz. italiana e inglese. Il Museo della Basilica di Santa Maria delle Grazie è stato istituito nel 1864 in seguito alla raccolta di alcuni dipinti provenienti da chiese e conventi della città per evitarne la dispersione conseguente alla soppressione da parte del nuovo stato unitario di numerosi istituti ecclesiastici. Il museo, riallestito e ampliato nell'ottobre 2005, è situato in un edificio contiguo al complesso di Santa Maria delle Grazie che si affaccia sulla centralissima piazza, alle spalle del palazzo di Arnolfo. Vi sono esposti dipinti di epoca compresa tra il XIV e il XVII secolo, nonché oreficerie liturgiche, paramenti e altri oggetti di grande importanza per San Giovanni e il suo territorio.

EAN: 9788859602019
EUR 14.00
-43%
EUR 8.00
Add to Cart
#259734
Arte Musei
Firenze, Polistampa 2010, cm.14x21, pp.238, num.figg.a col.nt. br.cop.fig.a col. Coll.Piccoli Grandi Musei. Ediz. italiana e inglese. Questa guida è dedicata al Museo di San Martino a Gangalandi, situato nel comune di Lastra a Signa. Fu il primo museo d'arte sacra istituito (nel 1986) sul territorio fiorentino, in sinergica collaborazione con gli organi dello Stato, con le autorità ecclesiastiche e con l'Ente Cassa di Risparmio di Firenze, che ne finanziò il progetto. I locali attigui alla chiesa di San Martino, anch'essa ricca di pregevoli opere d'arte, furono riadattati in base alle nuove esigenze espositive. Tra le varie opere custodite al loro interno merita una menzione particolare non solo la bellissima Madonna dell'Umiltà dipinta da Lorenzo Monaco, ma anche il prezioso trittico attribuito a Lorenzo di Bicci e a suo figlio Bicci di Lorenzo, artisti di primo piano nella Firenze del primo decennio del Rinascimento.

EAN: 9788859608356
EUR 14.00
-43%
EUR 8.00
Add to Cart
#259729
Arte Musei
Firenze, Polistampa 2011, cm.14x21, pp.232, num.figg.a col.nt. br.cop.fig.a col. Coll.Piccoli Grandi Musei. Ediz. italiana e inglese. La guida evidenzia il carattere poliedrico del museo e del suo fondatore, Frederick Stibbert (1838-1906). Essa accompagna il visitatore attraverso ogni collezione con le dettagliate descrizioni di un autore competente: Simona Di Marco, Martina Becattini, Francesco Civita, Riccardo Franci, Dominique Charles Fuchs. Il percorso spazia dalla storia del fondatore alla storia della collezione, dall'armatura europea a quella islamica e giapponese, dai quadri agli arredi, alle porcellane e alle ceramiche. I temi rappresentano le varie "manie" di quello che fu uno straordinario e anche eccentrico collezionista. Nato a Firenze da padre inglese e madre italiana, Stibbert perde il padre in giovane età e viene educato in Inghilterra, a Harrow-on-the-hill e a Cambridge, per entrare in possesso a ventun anni di una notevole fortuna. Mantiene la villa di Montughi a Firenze, acquistata dalla madre nel 1849, ma viaggia continuamente e acquista senza sosta, trasforma la villa e il parco e concepisce l'idea del museo. Divide l'edificio in due parti: il museo e l'abitazione con il suo ricco arredamento. Nel 1905 fa un testamento molto dettagliato. Lascia tutta la proprietà sul colle fiorentino al governo inglese in primis, e al comune di Firenze qualora gli inglesi rinunciassero al lascito. E così fu: il museo con i suoi 36 mila pezzi, il parco, il podere diventano proprietà del comune nel 1906, alla sua morte, e nel 1908 il museo apre al pubblico.

EAN: 9788859609681
EUR 14.00
-36%
EUR 8.90
Add to Cart
#259728
Arte Musei
Firenze, Polistampa 2011, cm.14x21, pp.232, num.figg.a col.nt. br.cop.fig.a col. Coll.Piccoli Grandi Musei. Ediz. italiana e inglese. Salvatore Romano (1875-1955) fu uno dei massimi cultori d'arte della prima metà del Novecento. Nel 1946 donò a Firenze, la città che lo aveva ospitato fin dal 1924, un nucleo coerente di oggetti, come contributo morale e culturale alle profonde ferite inferte dalla guerra al paese, in memoria del padre e del paese natio, Meta di Sorrento. Il progetto di allestimento fu pensato dallo stesso collezionista - le cui spoglie sono conservate al centro dell.ambiente in un sarcofago dal coperchio paleocristiano - in collaborazione con il figlio Francesco, accostando opere di artisti di grande fama a manufatti di anonimi medievali, spesso provenienti da luoghi "periferici" rispetto all'Italia artisticamente più nota. Le dettagliate descrizioni di Serena Pini, Raffaella Calamini e Silvia De Luca accompagnano il visitatore attraverso la collezione. Gli argomenti spaziano dalla vicenda del fondatore alla storia del museo e della sua sede, l'antico Cenacolo di Santo Spirito. Glossario, biografie degli artisti e un ricco apparato arricchiscono il volume.

EAN: 9788859609704
EUR 10.00
-40%
EUR 6.00
Add to Cart
#259727
Arte Musei
Firenze, Polistampa 2013, cm.14x21, pp.232, num.figg.a col.nt. br.cop.fig.a col. Coll.Piccoli Grandi Musei. Ediz. italiana e inglese. Catalogo della rassegna promossa dal 22 giugno al 3 novembre, la pubblicazione è un affascinante viaggio alla scoperta dell'artigianato artistico e dell'enogastronomia locale all'insegna dell'eccellenza e dell'unicità. Oltre a concentrarsi sulla Tavola Doria, che raffigura una scena della Battaglia di Anghiari di Leonardo da Vinci, il testo ruota attorno ad artisti del rilievo di Piero della Francesca, il genius loci di Sansepolcro, con cui si identifica l'arte e la cultura della città. Si riporta quindi l'attenzione sul Cinquecento: a Città di Castello, all'inizio del XVI secolo, Raffaello dipinse le sue prime importanti pale d'altare prima di partire per Firenze. Nel 1527 poi, a seguito del Sacco di Roma e alla consecutiva diaspora degli artisti, numerosi pittori giunsero nei territori della Valtiberina. Tra questi il Rosso Fiorentino, vero genio del Manierismo, il cui soggiorno in quei luoghi sarà catalizzatore per gli artisti autoctoni. Il ruolo di quella regione è stato rilevante per l'arte fino al Novecento: non solo come meta per lo studio dei grandi maestri, ma anche per la presenza di maestri dell'arte contemporanea come Alberto Burri.

EAN: 9788859612780
EUR 14.00
-36%
EUR 8.90
Add to Cart
#259726
Arte Musei
Firenze, Polistampa 2009, cm.14x21, pp.208, num.figg.a col.nt. br.cop.fig.a col. Coll.Piccoli Grandi Musei. Ediz. italiana e inglese.

EAN: 9788859603733
EUR 14.00
-36%
EUR 8.90
Add to Cart
#151064
Arte Musei
Ediz. italiana e inglese. A cura di Rossana Caterina Proto Pisani. Firenze, Polistampa 2006, cm.14x20, pp.290, num.figg.a col.nt. br.cop.fig.a col. Coll.Piccoli Grandi Musei.

EAN: 9788859600671
EUR 14.00
-36%
EUR 9.00
Add to Cart
#151061
Arte Musei
Ediz. italiana e inglese. A cura di Rossana Caterina Proto Pisani. Firenze, Polistampa 2006, cm.14x20, pp.288, num.figg.a col.nt. br.cop.fig.a col. Coll.Piccoli Grandi Musei. La guida descrive il museo e la sua storia, avvalendosi anche di una campagna fotografica a colori che ha interessato ogni opera d'arte. Alle opere più importanti è dedicata un'ampia scheda con indicazioni sugli artisti, le tecniche, i temi iconografici. Sono inoltre proposti itinerari attraverso l'artigianato, le tradizioni e i prodotti del territorio. Un glossario permette la comprensione dei termini usati nel volume. Edizione italiana e inglese.

EAN: 9788859600831
EUR 14.00
-36%
EUR 8.90
Add to Cart
#139081
Arte Musei
With english version. Firenze, Ediz.Polistampa 2006, cm.14x21, pp.271, br.cop.fig.a col. Coll.Piccoli Grandi Musei,7. La guida appartiene a una serie di volumi dedicati ai musei d'arte sacra della Valdelsa. Nasce nell'ambito di un progetto di valorizzazione dei musei ma anche di ciò che, in modi diversi, essi proiettano al loro esterno. Certaldo è infatti oggi un vero e proprio museo a cielo aperto, contenente tutti gli elementi classici del borgo medievale: il Palazzo del Vicario, i palazzi delle famiglie nobili, vicoli, piazze e bastioni, ma anche la casa di Giovanni Boccaccio, che qui visse e morì nel 1375. Di tutto questo, nonché della ricchezza artigianale ed enogastronomica del luogo, ma soprattutto del patrimonio museale la guida rende conto, anche attraverso un ricco apparato di riproduzioni a colori inedite, una bibliografia essenziale e un glossario che permette la comprensione dei termini tecnici. Sono inoltre proposti due itinerari: Da Firenze a Certaldo di Italo Moretti e Artigianato artistico ed enogastronomia nel comprensorio Empolese-Valdelsa di Maria Pilar Lebole e Benedetta Zini.

EAN: 9788859600787
EUR 14.00
-29%
EUR 10.00
Add to Cart
#117601
Arte Musei
A cura Caterina Caneva. Firenze, Polistampa 2007, cm.14x21, pp.272, num.figg.bn.e col.nt. br.cop.fig.a col. Coll.Piccoli, Grandi Musei.

EAN: 9788859602002
EUR 14.00
-36%
EUR 8.90
Add to Cart
#107414
Arte Musei
Milano, Motta Ed. - Cassa di Risparmio di Firenze 2005, cm.23x30, pp. 40, 27 figg. bn, 105 figg.a col.nt. leg.ed.soprac.fig.a col. Piero Bigongiari non si considerava un collezionista. Diceva di essere, piuttosto, uno studioso appassionato della pittura fiorentina del Seicento e di avere radunato nella propria casa i dipinti di quella scuola, solo perché la visione quotidiana e diretta gli consentiva di poterli leggere e capire meglio. Vedeva la propria raccolta come una sorta di laboratorio di studi e, spesso, l'acquisizione di un quadro prefigurava l'apertura di un nuovo fronte di ricerca. Questo desiderio di conoscenza si deve dunque intendere come un atto d'amore per la pittura fiorentina del Seicento, una passione imbattibile, mai bruciata, che lo ha accompagnato dall'inizio degli anni Sessanta sino al termine della sua esistenza. La passione di una vita ci consente di ammirare oggi una magnifica collezione di oltre quaranta dipinti antichi, tra le più significative di quelle costituite nell'Italia del dopoguerra e la più importante raccolta privata nel mondo per la conoscenza del Seicento fiorentino, considerato il numero rilevante di opere notevoli dei suoi protagonisti e comprimari. Fra questi possiamo citare i nomi di Cristofano Allori, Mario Balassi, Giovanni Bilivert, Matteo Bonechi, Orazio Fidani, Agostino Melissi, Giovanni Mannozzi detto Giovanni da san Giovanni, Francesco Furini, Simone Pignoni, Francesco Montelatici detto Cecco Bravo, Felice Ficherelli, Ottavio Vannini, Lorenzo Lippi, Giovanni Martinelli, Vincenzo Dandini, Giovanni Montini, Onorio Marinari, Simone Pignoni, Livio Mehus, Anton Domenico Gabbiani, Giovanni Domenico Ferretti. A partire dagli anni Sessanta, Bigongiari aveva iniziato a pensare - e a scrivere - che era giunta l'ora di contraddire la consolidata opinione di Firenze, come di una città culturalmente vitale solo nel Rinascimento, e vittima, poi, di un declino irreversibile. In realtà l'arte fiorentina del Seicento aveva mantenuto un forte carattere d'autonomia e d'originalità che meritava seria considerazione. A lungo negletta in Italia da collezionisti e da critici, questa pittura, e soprattutto quella del suo massimo protagonista Carlo Dolci, aveva suscitato l'entusiasmo dei viaggiatori inglesi del Settecento. Nell'Ottocento, secolo poco idoneo ad apprezzare la pittura scura barocca, i dipinti fiorentini del Seicento continuavano a prendere la via dell'Inghilterra, nonché quella della Francia. Nel nostro paese, solo a partire dalla seconda metà del Novecento, si sono succedute, con intensità crescente, occasioni espositive e di studio, importanti per la riscoperta di questo periodo. Sono state tappe fondamentali che hanno trovato un culmine nella realizzazione della grande rassegna svoltasi a Palazzo Strozzi nel 1986-1987, di cui Bigongiari, insieme con Mina Gregori, fu ideatore e sostenitore. Della sua amata pittura Piero ha colto per primo le peculiarità, scrivendo pagine indimenticabili sui sentimenti più intimi e segreti, sul modo di esprimere gli "affetti" da parte dei pittori barocchi fiorentini, soprattutto nei loro quadri da stanza. Protagonisti delle loro opere diventano i tormenti dell'anima, dilaniata tra ragione e sentimento, tra potere e limitatezza, tra felicità e disagio di vivere. Una delle fonti preferite è stata il racconto di storie antiche d'amore e di morte. I sentimenti più stremati ed eccessivi sono stati così nascosti sotto favole di diversa drammaticità, oppure estremizzati in scene grondanti di passione, oppure trattenuti e sublimati in immagini smaltate, in analogia con gli effetti raggiunti nella produzione del commesso delle pietre dure, che fu ed è una specialità fiorentina. Sono tempi in cui la ragione greca, cristiana e rinascimentale non esercita più il proprio magistero: il dubbio e il dramma si radicano nella coscienza dell'uomo. Nel Seicento Firenze era la patria di Galileo Galilei (1564-1642), vale a dire la culla della nuova scienza sperimentale. Intorno al 1609, Galileo aveva costruito il cannocchiale, lo aveva puntato verso gli abissi del cosmo e aveva scoperto quanto questo fosse popolato di pianeti, di satelliti, di stelle e di galassie. Mentre Galileo allargava i confini del cielo, i contemporanei pittori fiorentini avvertivano e registravano nella loro opera un uguale e opposto allargarsi dell'inconscio psichico, che finiva per mettere in crisi i dogmi dell'uomo geocentrico. E come l'uomo comprendeva di non essere più il centro dell'universo, ma solo una particella piccolissima, il pittore iniziava a farsi portavoce, sulla tela, della perdita di questa certezza, descrivendo la complessità e la contraddizione dei sentimenti umani. I dipinti del Seicento fiorentino raccolti nella collezione Bigongiari documentano proprio la grandezza e le peculiarità di quest'epoca.

EAN: 9788871794570
EUR 59.00
-39%
EUR 36.00
Add to Cart
#104285
Arte Musei
Roma, Ist.Poligrafico dello Stato 1970, cm.13x18,5, pp.176, 149 figg.bn.ft. br. Coll.Itinerari dei Musei,Gallerie e Monumenti d'Italia,78.

Note: Alcune tavole ondulate.
EUR 9.00
Add to Cart
#259671
Arte Musei
Firenze, Edifir 2003, cm.17x24, pp.206, brossura copertina fig.

EAN: 9788879701303
EUR 18.08
-34%
EUR 12.00
Add to Cart
#122473
Arte Musei
Firenze, Ediz.Edifir 2010, cm.17x24, pp.327, 19 tavv.a col.ft., alcune ill.bn.nt. br.cop.fig. Coll.Le Voci del Museo,10. Collana di Museologia e Museografia.

EAN: 9788879702355
EUR 25.00
-32%
EUR 17.00
Add to Cart
Enter text to search in the whole catalogue
Search
No search parameter entered.
Books
Total
Shopping Cart
DESCRIPTION
PRICE
TOTAL BOOKS
No items in your shopping cart.
Added title to your cart.
Title removed from the cart.
Go to shopping cart...
Welcome back
Next
Prev.
Free delivery in Italy
Free delivery in Europe
Add promo to cart
SHOW THE FREE BOOKS
Close
SEARCH
Forgot your password?
Click here to see the list
Registration / Shipping
Already our client?
please login
log out
Confirm Password
Name
Surename
Address / Number
City / Town
Nation
Phone
Mobile
Billing Information
Company Name
VAT Number
Fiscal Code
Are you a library?
Yes
Would you like receive it?
Select Subjects
Subjects included
Add
Security
Repeat the secure code
The fields marked with a red edge are required.