CART go to cart
Books
Total
FREE SHIPPING COSTS
FOR ORDERS OVER
35 € TO ITALY
70 € TO EUROPE

Spettacolo Danza

A cura di Baldini L. e Manicone C. Firenze, Le Lettere 2006, cm.12x24, pp.143, illustrazioni. brossura. Questo libro è come un castello di destini e di sguardi incrociati. Vi confluiscono molte storie: di artisti, di spettatori, di teatri. Ma soprattutto è la storia di una ballerina, Carla Fracci, tra le più grandi del Novecento, seguita nelle tappe dell'ultimo decennio da una fotografa artista, Lucia Baldini, che è a sua volta un caso raro. Perché sono pochi i fotografi che riescono a tradurre in immagini la danza senza pietrificarla, e cogliendone invece il mistero. Lucia Baldini arriva con l'obiettivo fotografico al cuore della scena che accade davanti a lei. Ha confessato una volta che a guidarla non è la plasticità dei corpi, o la geometria che essi creano nello spazio, o l'espressione dei volti, ma la musica. È la musica a stabilire la frazione di tempo più propizia allo scatto. In tal modo l'immagine che noi vediamo non giunge come qualcosa di esterno, ma germina dalla medesima necessità espressiva che determina la rappresentazione. E tuttavia tutto questo non sarebbe possibile senza una intesa straordinaria tra chi guarda e chi è guardato. Alla metà degli anni Novanta, che è più o meno il tempo in cui questo libro ha cominciato a farsi, l'avventura che qui si racconta era tutt'altro che prevedibile. Carla Fracci, già da lungo tempo ai massimi livelli internazionali, così come hanno fatto in passato altre grandi ballerine, avrebbe potuto scegliere uno o due ruoli dei suoi più significativi e continuare a danzare solo in quelli, fin tanto che fosse stata per il pubblico un emblema riconoscibile. Ma la grande ballerina classica, l'interprete che per tanti si identifica con la Giulietta e la Giselle della loro vita, non ha voluto trasformarsi nell'icona di se stessa e si è posta un traguardo diverso. Che poi, a ben vedere, non è tanto un traguardo, quanto piuttosto un modo d'essere, la fedeltà a uno stile, l'obbedienza alla regola di mettersi ogni giorno in discussione alla sbarra e sulle tavole del palcoscenico. Ma è anche questa una circostanza che rende esaltante l'esperienza di Carla Fracci, che nella sua mai appagata ansia di ricerca ha sempre attinto in profondità, come ancora farà in futuro, all'inesauribile fonte dell'Essere donna. È bello scoprire, con Lucia Baldini, come la fotografia, oggi così propensa a pubblicizzare i fasti dell'apparenza più che a rappresentare l'essere, in realtà non abbia perso la capacità di cogliere immagini della vita interiore. Forse all'origine di tutto c'è lo stesso atteggiamento amoroso che ha accompagnato Carla Fracci nella sua lunga carriera.Enrico Gatta La prima immagine dell'eleganza - e della bellezza - in movimento mi ha raggiunta da ragazzina. Ed è un ricordo che si lega anche ai miei primissimi passi nel mondo della fotografia. Quando ci ripenso, è come andare a rispolverare un segreto: in sala avevamo il televisore, e una sera lo schermo fu tutto per lui, in bianco e nero. Guardare Fred Astaire muoversi fu essere presi da una specie di ipnosi: era qualcosa, insieme, di entusiasmante e di struggente. E io desideravo essere in quel ballo. Così, ho cominciato a far parte delle coreografie fotografandole.Qualcuno deve avermi detto che da un artista non si possono pretendere più di due o tre ossessioni in una vita: le mie, da quella sera, furono subito chiare. Il movimento, la musica, il corpo che crea - con la danza, ma anche con la parola, e il suono.E quindi eccomi: tra concerti, musicisti, teatri e ballerini.Da una parte la Materiali Sonori, l'etichetta indipendente di cui ho condiviso le sorti per oltre venti anni, e da l'altra la voglia di far parlare il mio sguardo. Ho incominciato a macinare chilometri: il tango aveva quella capacità singolare di parlarmi di me, senza che io domandassi. 3 anni di scatti, e poi, nel 1995, Giorni di tango; la mostra inizia a girare per l'Italia. Il libro la segue a ruota.E' un anno speciale: fotografa di scena in Omaggio a Nijinsky con Carla Fracci, inizio con lei un nuovo viaggio, che porta prima ad un calendario (nel 2000) e poi getta le basi per un nuovo libro, che mi accompagna proprio in questi giorni verso il racconto di dieci intensi anni di collaborazione. Nel frattempo, il tango chiama di nuovo: a Lisbona, nel teatro Trindade, la mostra viene ospitata dall'Istituto Italiano di Cultura e dall'Ambasciata Argentina.Dai palcoscenici ben strutturati, mi infilo nei luoghi delle milonghe: è il tempo di Anime Altrove, dove di nuovo il tango è un pretesto per raccontare intimità e percorsi emotivi.Ma presto è anche il tempo di seguire un'altra storia, fatta di musica e di poesia: nelle piazze, nei paesi, La Banda improvvisa trasforma un sogno popolare nel racconto dei destini e delle generazioni che si incrociano dietro spartiti, leggii e trasferte. Le immagini del libo raccontano gli sguardi, la musica, la forza e la gioia dei "cinquanta angeli musicanti sospesi su un cielo di note".E Tangomalia, l'altro lavoro che esplora il mondo dell' "abbraccio" tra immagini e scritti, sta muovendo i suoi primi passi proprio in questi giorni.Ma saranno ancora altri volti, altra musica, a condurmi verso nuovi luoghi dell'eleganza e della bellezza.Lucia Baldini

EAN: 9788871669380
EUR 8.00
Last copy
Firenze, Polistampa 2021, cm.17x24, pp.352, brossura copertina figurata a colori. Il saggio è dedicato allo studio di "Giselle, ou Les Wilis", balletto di metà Ottocento nato dall'idea dello scrittore Théophile Gautier, che ne compose il libretto. Fu eseguito per la prima volta nel 1842 a Parigi con coreografie di Jean Coralli e Jules Perrot e musicato da Adolphe-Charles Adam, celebre compositore di musiche per opere liriche. È considerato la massima espressione del balletto classico e romantico. La tesi che l'autrice sostiene nel suo elaborato è che Giselle non nasce per filiazione diretta dalla Sylphide di Filippo Taglioni – manifesto ufficiale del balletto romantico europeo – né è un prodotto ascrivibile al solo teatro di danza. Al contrario, è possibile riconoscervi una forte influenza dell'opera italiana, che ha condizionato profondamente la rappresentazione ballettistica. Nello specifico processo di formazione del balletto romantico, l'autrice mostra poi l'importante ruolo ricoperto dal palcoscenico del Teatro di San Carlo di Napoli, che ingiustamente è stato sempre considerato dalla critica in posizione subalterna rispetto alla Scala di Milano. Il lavoro si articola in tre sezioni: la prima è dedicata a una panoramica di carattere generale sui temi preromantici nella letteratura e nell'arte del primo Ottocento; la seconda riguarda il teatro musicale parigino nell'età di Luigi Filippo; l'ultima si concentra invece sulla genesi e sull'importanza dal punto di vista drammaturgico che il balletto Giselle ha offerto al mondo della danza.

EAN: 9788859621874
EUR 23.00
-30%
EUR 16.00
Available
[Le varie versioni coreografiche del balletto di Prokofiev] Immagini fotografiche di Luciano Chesini e altri. Roma, Di Giacomo Editore 1981, cm.21x29,7, pp.97,(35), testo su 2 colonne, 143 tavv. fotogr. di cui 2 a colori nt. e ft., br., cop. fig. a colori. Coll. La Danza e il Balletto, 2.
EUR 10.00
Available
Trieste, Grafad 1990 cm.24x23, pp.213, con numerossissime foto a colori. Legatura editoriale con sovracopertina figurata a colori.
EUR 10.00
Last copy
Trieste, Grafad 1981, cm.24x23, pp.196, con numerossissime foto a colori. Legatura editoriale con sovracopertina figurata a colori.
EUR 10.00
Last copy
Firenze, Olschki Ed. 1983, 1 vol. di 3, cm.22x31,5, pp.503, 174 figg.bn.nt. leg.ed. sopracop.fig. Dai graffiti paleolitici alle danze mondane attuali, dal folklore antico dell'Africa, dell'Asia, dell'Oceania e delle Americhe alla grande storia della danza classica europea, gli argomenti trattati rivelano la profonda conoscenza di Gino Tani ed offrono un panorama di eccezionale completezza: un'opera di assoluto rilievo per la biblioteca degli studiosi e degli appassionati
Note: mancante della sopracoperta.
EUR 35.00
2 copies
A cura di Paola Gribaudo, Milano, Skira 2005, cm.23,5x31,5, pp.152, ill.col. legatura editoriale cartonata, sopracoperta figurata. The Magic Nut is a new ballet "prequel" to E.T.A. Hoffman's holiday classic. Based on Hoffman's own work, The Story of a Hard Nut, Chemiakin's adaptation shows fans how the Nutcracker character itself came into being. In performance, The Magic Nut explores the heroic qualities of the boy who was turned into a nutcracker for his virtuous deeds. Here is the creation of the ballet, scene by scene, with detailed sketches of the sets, costumes, masks, and props created for the production in 2005. Chemiakin's working style could not be better fitted to fairy tales and the colorful drawings featured here will delight ballet fans, costume designers, students of theater, and art lovers alike.

EAN: 9788876243769
EUR 45.00
-35%
EUR 29.00
3 copies
Fotografie di Dino Jarach. Notizie biografiche di Lello Dardi e Dino Meucci. Milano, Gli Artisti 1985, cm.27x30, pp.42, con numerosissime foto a colori Brossura copertina figurata a colori.
Note: Alcuni segni a matita e penna. Alone e lievi strappi alla parte inferiore di alcune pagine.
EUR 10.00
Last copy
London, Oxford University Press 1977, cm.14x21, pp.584, legatura editoriale, sopracoperta copertina figurata a colori.
EUR 13.00
Last copy
Nuova edizione riveduta e aggiornata. Bologna, Cappelli Ed. 1972, cm.12x18, pp.210, alcune ill.in bn.nt., br., cop.figurata. Coll.Universale,134.
EUR 9.00
Last copy
A cura di Tommaso Chimenti. Titivillus 2008, cm.14x20,5, pp.194, brossura copertina figura a colori. Coll.Altre visioni,46.

EAN: 9788872182291
EUR 16.00
-50%
EUR 8.00
Last copy
A cura di Alberto Basso. Novara, De Agostini Ed. 2009, cm.19x26, pp.698, legatura editoriale in tutta tela, titoli in oro al piatto e al dorso.
EUR 26.00
3 copies
Reggio Emilia, Teatro Municipale "Romolo Valli", 27 giugno - 15 luglio 1984. Fotografie di Andrew Oxenham. Testo di Michael Crabb. Reggio Emilia, Edizioni del Teatro Municipale "Romolo Valli" 1984, cm.21x29,3, pp.141,(1), numerose foto in bn.nt., br., cop.fig.con bandelle.
EUR 16.00
Last copy
With 150 photographs. London, Adam and Charles Black 1973, cm.19,5x25,5, pp.132, 150 foto in bn.nt., leg.ed.in t.tela, titoli in oro al dorso. (copia priva di sopraccoperta; una macchiolina al piatto posteriore.) First edition.

EAN: 9780713613759
EUR 18.00
Last copy
Paris, Edition Revue ADAM 1952, cm.16,5x25, pp.187,(5), una tav. all'antiporta e 32 tavv. in bn.ft., br., intonso, cop.fig. (segni di piega alla cop. anteriore e piccole mende alle estremità del dorso.)
EUR 16.00
Last copy
Photographs by Mike Davis. London - Hong Kong, Octopus Books 1972, cm.21x25,5, pp.124,(4), numerose foto in bn.nt., leg.ed.cartonata nera, titoli in oro al dorso, sopraccop.fig. a colori.

EAN: 9780706400915
EUR 14.00
Last copy
Testo a fronte. Versioni e introduz.di Elena Clamentelli. Parma, Guanda Ed. 1963, cm.11x18,5, pp.119, 9 tavv.bn.ft. leg.ed.cop.ill. Coll.Piccola Fenice,5.
EUR 8.00
Last copy
Firenze, Edizioni della Meridiana 2008, cm.12x17, pp.47 num.fotografie bn.nt. br.con bandelle.

EAN: 9788860071385
EUR 10.00
-30%
EUR 7.00
2 copies
Wiley Publ Inc. 2003, cm.19x24, pp.350, num.figg.bn.nt. br.cop.fig,.a col.

EAN: 9780764525681
EUR 13.00
Last copy
A Dance Horizons Book 1992, cm.14x21, pp.210, br.cop.fig.
EUR 24.00
-50%
EUR 12.00
Last copy
(Cinema, spettacolo, Danza). Firenze, Romano Ed. 2011, cm.13x18,5, pp.180, num.tavv.a col.nt. br.cop.fig. Coll.Storie,11. Testo in italiano e inglese. Un’opera intrisa dell’emozione di vivere l’Arte. Nel volume figurano 65 eloquenti fotografie a colori e in bianco e nero scattate, in scena e dietro le quinte, al primo ballerino italiano Giovanni Di Palma dal ballerino e fotografo olandese Felix Aarts. Oltre che attraverso le immagini, i due artisti vengono presentati attraverso la parola, grazie a un delicato lavoro di tessitura compiuto dalla giornalista Gloria Chiappani Rodichevski, che ha in tal modo potuto lumeggiare opinioni, entusiasmi, fragilità, desideri.

EAN: 9788896376454
EUR 37.00
-73%
EUR 9.90
Available
Firenze, Olschki 2012, pp.XIV,580, br. Coll.Historiae musicae cultores. Biblioteca. Sono raccolti ottanta saggi che Fedele D'Amico concepì come programmi di sala per opere e balletti rappresentati nei principali teatri italiani tra il 1950 e il 1988. Come in un vademecum da leggere e meditare prima o dopo lo spettacolo, il lettore potrà affrontare singole opere; ma potrà anche ripercorrere il sentiero cronologico-storico del melodramma e del balletto, da Gluck e Mozart a Stravinskij e Berio, passando per Rossini, Verdi, Bizet, Puccini e i grandi russi.

EAN: 9788822262134
EUR 62.00
-10%
EUR 55.80
Orderable
With original Introduction by Kay Ambrose. London, Adam & Charles Black 1980, cm.21x21, pp.113, num.diss.in bn.nt., leg.ed.carton., piatti figg. Ottimo esempl.
EUR 12.00
Last copy
Disegned by Joan Teckolick. New York, Harmony Books 1979, cm.22,5x30, pp.256, num.figg.bn.nt. br.cop.fig.a col.

EAN: 0517536420
EUR 20.00
Last copy