MENU
FREE SHIPPING COSTS
FOR ORDERS OVER
35 € TO ITALY
70 € TO EUROPE
Click here to see the list
Latest books
Most relevant
Author ascending
Author descending
Title ascending
Title descending
Publisher ascending
Publisher descending
Price ascending
Price descending
Page
of

Sociologia

Series

#265823
Sociologia
Milano, Jaca Book 2010, cm.10,5x19, pp.78, brossura copertina figurata. Coll.Di fronte e attraverso. Antropologia. Comunità, società e cultura sono figure chiave che, nella compenetrazione reciproca, portano alla definizione dell'identità. Attraverso l'analisi di tre casi, la tribù dei Baruya (Papua Nuova Guinea), la popolazione dell'isola di Tikopia e la nascita dell'Arabia Saudita, l'autore risponde alle domande riguardanti le modalità di insorgenza nella storia di una società e i rapporti sociali che definiscono e trasformano quel 'Tutto' di cui gli esseri umani sono naturalmente parte. In primo luogo, Godelier osserva che né i legami di parentela, né i modi di produzione hanno un ruolo fondamentale nella nascita di una società o Tsimia, come direbbero i Baruya, la cui fondazione è invece sempre legata a rapporti politico-religiosi. Non bastano dunque una comunanza di cultura e memoria (etnia, lignaggio) a costituire una Tsimia, la quale è intrinsecamente legata al territorio - o Stato - che le assicuri l'esercizio della propria sovranità, senza un'ingerenza esterna. L'avvicendarsi di descrizioni e immagini della storia dei popoli diventano mezzo e luogo per conclusioni teoriche: l'identità, definita come il cristallizzarsi all'interno di un individuo di rapporti sociali e culturali accettati o rifiutati, emerge come costantemente "in conflitto", poiché sempre vincolata a eventi esterni che obbligano a rimettere in gioco se stessi e il proprio rapporto con gli altri.

EAN: 9788816409378
EUR 8.00
-50%
EUR 4.00
Add to Cart
#265767
Sociologia
A cura di Federico Scarpelli. Pacini Editore 2019, cm.15x23, pp.230, brossura, copertina figurata a colori. Coll.Percorsi di antropologia e cultura popolare,20. Attorno agli spazi abitati si addensano immagini, storie, memorie; uno spessore di significati che va al di là delle caratteristiche fisiche e funzionali, e al quale si fa riferimento negli studi con l'espressione "senso del luogo". le etnografie dedicate da Caterina Cingolani a tre importanti rioni di Roma indagano appunto la dimensione del senso del luogo, ma sono al tempo stesso una finestra sulle trasformazioni urbane degli ultimi decenni: le migrazioni, l'impoverimento del commercio al dettaglio, e quei cambiamenti nella composizione sociale della cittadinanza che rientrano nella nozione di gentrification. Ad essere messo in evidenza è il punto di vista di coloro che vivono la città, che si tratti dei residenti di vecchi quartieri, o di migranti che attraversano l'Italia, gettati dalla legge e dalle istituzioni in una paradossale condizione dì "regolare irregolarità". Con un'introduzione di Federico Scarpelli e interventi di Pietro Clemente, Fabio Dei, Martina Giuffrè e Alberto Sobrero.

EAN: 9788869955402
EUR 18.00
-15%
EUR 15.30
Add to Cart
#265678
Sociologia
Préface de John B. Thompson. Paris, Editions Fayard 2001, cm.10,8x18, pp.423,(7), br., copertina fig. a colori. Collection Points, 461. Sèrie Essais. Message destiné à être déchiffré, la parole est aussi un produit, livré à l'appréciation, dont la valeur se mesure par rapport à d'autres, plus rares ou plus communs et un instrument de pouvoir : on peut agir avec des mots, ordres ou mots d'ordre. Mais la force qui agit à travers les mots, est-elle dans les paroles ou dans les porte-parole ou, plus justement, dans le groupe même sur lequel s'exerce leur pouvoir ? Il faut donc intégrer des traditions théoriques fictivement opposées, pour construire une théorie du pouvoir symbolique qui est indispensable pour comprendre le terrain d'exercice privilégie du pouvoir symbolique, celui de la politique, et tout spécialement les luttes nationalistes ou régionalistes. Mais la politique n'est pas le seul lieu où opère la violence symbolique, cet abus de pouvoir d'autant plus pernicieux qu'il s'exerce dans et par son invisibilité : seule une forme très particulière d'analyse du discours peut le débusquer là où l'on s'attendait le moins à le trouver, comme dans ces textes philosophiques dont la rigueur apparente n'est que la trace visible de la censure particulièrement rigoureuse du marché auquel ils sont destinés.

EAN: 9782020509220
EUR 7.00
Add to Cart
#265422
Sociologia
Introduz. di Cesare Musatti. Roma, Tindalo 1970, cm.14x21, pp.167,(5), br., copertina fig. a 2 colori.
EUR 10.00
Add to Cart
#265001
Sociologia
Traduzione di Carlo Castellani. Episteme Editrice 1977, cm.13x20, pp.392, Collana Società,1.
EUR 16.00
Add to Cart
#79945
Sociologia
Trad.di Franco Bassani. Bologna, Il Mulino 1975, cm.11,5x18,5, pp.190, br. Coll.U.P.M. 19.

Note: Firma alla prima carta bianca.
EUR 13.90
Add to Cart
#264910
Sociologia
A cura di Giacomo Mulè. Traduz. di Maria Teresa Russo. Palermo, Flaccovio Ed. 1991, cm.12,5x20, pp.108, br. Coll.Parco Centrale,9.

EAN: 9788878040540
EUR 10.00
Add to Cart
#264446
Sociologia
Penguin Books 1988, cnm.13x21, pp.384, paperback.

EAN: 9780140109627
EUR 9.00
Add to Cart
#264351
Sociologia
London, Faber and Faber Limited 1991, cm.12,5x20, pp.352, br.cop.fig. a col. Testo in Inglese - Text in English. I lay there alone in bed, feeling the black shadow creeping up the underside of the world like a flood tide. Nothing held, nothing was left. The silver airplanes and the silver capes all dissolved and vanished, wiped away like the crude drawings of a child in coloured chalk from the colossal blackboard of the dark. The writings in this collection outline Plath's early preoccupation with issues of mental illness, creativity and femininity, all of which would become recurrent themes in her later work. They offer special insight into her development as a writer, and arguably paved the way for her only full-length piece of prose writing, the loosely veiled fictional autobiography, The Bell Jar. This second edition contains the thirteen stories included in the first edition together with five pieces of her journalism, as well as a few fragments from her journal; and a further nine stories selected from the Indiana archive.

EAN: 9780571049899
EUR 10.00
Add to Cart
#264429
Sociologia
Bologna, Pendragon Ed. 2015, cm.14x21, pp.127, br.

EAN: 9788865985946
Note: Dedica a penna in antiporta.
EUR 14.00
-50%
EUR 7.00
Add to Cart
#264428
Sociologia
Milano, Fuorionda Ed. 2011, cm.12x20, pp.216, br.

EAN: 9788897426011
EUR 16.00
-69%
EUR 4.90
Add to Cart
#264180
Sociologia
Prefaz.di Massimo Gramellini. Bergamo, Longanesi & C. 2015, cm.13,5x21, pp.262, br. con bandelle, cop.fig. a col. Cesare Pavese scriveva che "Un paese vuol dire non essere soli". Ma nella velocità dei cambiamenti, sociali e politici, nel frastuono della comunicazione incessante, non è facile trovare punti di riferimento che ci facciano sentire felicemente parte di un Paese. Allenare la memoria non è un esercizio comune: Silvia Truzzi ha incontrato per Il Fatto quotidiano sedici italiani con i capelli bianchi, che in queste pagine raccontando se stessi ci parlano del passato e del futuro dell'Italia, di impegno e politica, di quel che ci manca e di quello che, con negligente disattenzione, abbiamo perso. O che abbiamo dimenticato, magari per comodità. Viene così alla luce un ricchissimo patrimonio di cultura, saggezza e umanità che non può essere liquidato con il detestabile slogan della "rottamazione". Sedici grandi voci hanno ancora qualcosa di molto importante da dirci: Andrea Camilleri, Luciana Castellina, Guido Ceronetti, Pietro Citati, Gherardo Colombo, Massimo Fini, Vittorio Gregotti, Claudio Magris, Dacia Maraini, Piergaetano Marchetti, Piero Ottone, Giampaolo Pansa, Stefano Rodotà, Giovanni Sartori, Emanuele Severino, Gustavo Zagrebelsky. Prefazione di Massimo Gramellini.

EAN: 9788830442399
EUR 14.00
-29%
EUR 9.90
Add to Cart
#264140
Sociologia
Milano, Mondadori Ed. 2018, cm.14,50x22,5 pp.182, leg.ed.soprac.fig.a col. Coll.Orizzonti. È un'ipertrofia dei diritti ciò che spiegai, il declino italiano: questa la diagnosi di Alessandro Barbano, direttore del «Mattino». Si tratta di un virus che ha infiltrato il discorso pubblico e da decenni blocca ogni tentativo della politica e della società di riscattarsi. Certo, in passato i diritti individuali sono stati il carburante che ha alimentato la nascita, la crescita e l'affermarsi delle democrazie a scapito di assolutismi e di totalitarismi. Ma quando quei diritti sono diventati princìpi guida delle società, è emerso anche il loro lato oscuro, favorito oggi dallo sviluppo di innovazioni tecniche che aprono inedite prospettive. Proprio la visione di queste nuove possibilità amplia lo spazio delle aspirazioni del singolo e dei gruppi, facendo perdere di vista il limite etico insito nel concetto stesso di libertà. È ciò che si definisce «dirittismo», malattia che esibisce un sintomo ormai sotto gli occhi di tutti: la crisi della delega, ossia la rinuncia a qualsiasi mediazione tra gli interessi di uno o di pochi e quelli di tutto il corpo sociale. È accaduto nel campo politico, dove il dirittismo si è tradotto in aperta diffidenza nella classe dirigente e nel diffuso astensionismo; nel campo del sapere, dove manca il criterio della meritocrazia; e nella sanità, dove vale per tutti l'esempio del movimento contro i vaccini. E, altrettanto grave, è accaduto nel campo dei media, dove strumenti come Internet, Facebook, Twitter hanno scalzato la mediazione della carta stampata, stravolgendo spesso il messaggio veicolato. La combinazione di diritti e tecnica si è così tramutata in un fattore di indebolimento e disgregazione della stessa democrazia. Quello di Barbano è un viaggio nel pensiero di un Paese tradito dalla libertà, in cui nessuna élite ha più il coraggio di dire il vero e di fare i conti con minoranze organizzate sotto la bandiera dei diritti acquisiti. Dal palazzo alla piazza, dai giornali alla Rete, dalla scuola alla giustizia, il discorso pubblico non è più al servizio della democrazia. "Troppi diritti" intende raccontare come ciò sia accaduto e che cosa fare per uscire da una simile crisi epocale.

EAN: 9788804688891
Note: dedica dell' autore in antiporta.
EUR 18.00
-31%
EUR 12.50
Add to Cart
#264139
Sociologia
Milano, Piemme Ed. 2014, cm.13,5x22, pp.252, leg.ed.soprac.fig.a col. "Ho cercato di capire perché sia di fatto assente la Sardegna nella nostra storiografia, e sono finito in Germania Est, sulla scia di un modo per rendere minoritari alcuni paesi e la loro gente, che i tedeschi ora vorrebbero estendere all'intera Unione Europea. Se "terroni" vuol dire considerare l'altro qualcosa di meno, l'Europa mediterranea rischia di essere "terronizzata", a partire dalla Grecia. Dopo l'Unità d'Italia fatta con una guerra non dichiarata, massacri e saccheggi, sono stati scritti un numero sterminato di libri per indagare e spiegare "il ritardo" (che non c'era) del Mezzogiorno rispetto al resto d'Italia. Ma dai confronti fra ex Regno delle Due Sicilie e Piemonte, è tenuta fuori la Sardegna. L'isola, che pure portò ai Savoia la dignità regale (il Piemonte non era Regno, la Sardegna sì), divenne "una fattoria" di Torino e Genova; i suoi abitanti esclusi dallo sfruttamento delle risorse locali, il suo territorio dalla realizzazione di infrastrutture. La Sardegna governata dai Savoia, al momento dell'Unità era la regione con meno strade, più analfabeti e manco un metro di ferrovie. Fu il vero Sud; il primo. Ogni forma di discriminazione è funzionale a un progetto economico. E quei criteri sono stati adottati, dopo il crollo del muro di Berlino, nel 1989, dalla Germania Ovest a danno di quella Est, letteralmente saccheggiata e colonizzata (sono termini usati dagli analisti tedeschi)".

EAN: 9788856641110
EUR 16.50
-48%
EUR 8.50
Add to Cart
#70814
Sociologia
Traduz.di Carla Costantini Maggiori. Torino, Einaudi 1973, cm.10,5x18, pp.145,(7), br. Coll.Nuovo Politecnico,54. Prima edizione italiana. Le strutture alienanti della famiglia vengono riprodotte dappertutto: ufficio, scuola, università, chiesa, partito, esercito, ospedale. A loro volta, queste strutture sociali proseguono l'opera intrapresa della famiglia, che mira a produrre la "normalità" e le basi del conformismo. In queste sue riflessioni sull'amore, il matrimonio, la morte, la follia, la rivoluzione - un libro che è ormai un classico -, David Cooper, uno dei pionieri dell'antipsichiatria, attacca a fondo le istituzioni destinate a perpetuare una condizione da cui non si sfugge se non con la pazzia o con la rivolta. La rottura dei falsi vincoli e dei falsi rapporti dovrà segnare una prima tappa verso il cuore della genuina realtà dell'individuo: "Quel che possiamo fare di meglio per la liberazione degli altri è quello che faremo in più per liberare noi stessi".

Note: Copertina brunita.
EUR 7.90
Add to Cart
#263420
Sociologia
A cura di Paolo Pozzi e Roberta Tommasini. Multhipla Edizioni 19979, cm.14,5x21, pp.172, brossura. Prima edizione.
EUR 19.90
Add to Cart
#263412
Sociologia
Milano, Rizzoli Ed. 1998, cm.14x22,5, pp.204, leg.ed. sopracop.fig. a col. Prima edizione. Cosa vuole dire aver fatto il bambino nell'Italia del boom, o l'adolescente negli anni Settanta? Lo spiega in questo libro Beppe Severgnini, classe 1956, giornalista. La collaudata ironia dell'autore diventa autoironia; e l'autobiografia diventa la biografia di una generazione cresciuta a forza di corsi di lingue e di musica, minibasket e scoutismo, vacanze più o meno di studio in Inghilterra e ciclostili liceali... Con nuove storie e immagini.

EAN: 9788817852616
EUR 14.00
-68%
EUR 4.50
Add to Cart
#263408
Sociologia
Milano, Rizzoli Ed. 2005, cm.14x22,5, pp.250, leg.ed. sopracop.fig. a col. La testa degli italiani resta l'ultima regione inesplorata del Paese, e vale un viaggio. Un viaggio attraverso l'Italia con amici stranieri, ai quali viene "tradotto" sistematicamente il Paese: le regole imperscrutabili della strada e l'anarchia ordinata di un ufficio, la loquacità dei treni e la saggezza di un albergo, la rassicurazione di una chiesa e l'affollamento in camera da letto, l'importanza di una spiaggia e la democrazia del soggiorno (anzi: del tinello). Dieci giorni, trenta luoghi. Da nord a sud, dal cibo allo sport, dalla morale alla politica. Un'esplorazione ironica, metodica e sentimentale.

EAN: 9788817007160
EUR 16.50
-58%
EUR 6.90
Add to Cart
#263404
Sociologia
Milano, Rizzoli Ed. 2013, cm14x22 pp.208, br.cop.fig.a col. Coll.Vintage. L'Italia deve pensare in avanti. Non è un lusso, è una necessità. Con questo libro Beppe Severgnini ci spinge a "riprogrammare noi stessi e il nostro Paese (brutto verbo, bel proposito)". E offre agli italiani di domani questione di atteggiamento, non solo di anagrafe - otto suggerimenti: semplici, onesti, concreti. Sono le otto T del tempo che viene, otto chiavi per aprire le porte del futuro. Talento Tenacia Tempismo Tolleranza Totem Tenerezza Terra Testa. Siate brutali, Siate pazienti, Siate pronti, Siate elastici, Siate leali, Siate morbidi, Siate aperti, Siate ottimisti. Dietro le otto porte non c'è necessariamente il successo, ma di sicuro c'è una vita - e un'Italia

EAN: 9788817067799
EUR 12.00
-50%
EUR 6.00
Add to Cart
#263362
Sociologia
Napoli, Alberto Marotta Ed. 1971, 14,5x22, pp.187, 12 tavv.ft., leg.ed. Firma dell'Autore al frontespizio.

Note: Mancante di sopracoperta.
EUR 17.00
Add to Cart
Enter text to search in the whole catalogue
Search
No search parameter entered.
Books
Total
Shopping Cart
DESCRIPTION
PRICE
TOTAL BOOKS
No items in your shopping cart.
Added title to your cart.
Title removed from the cart.
Go to shopping cart...
Welcome back
Next
Prev.
Free delivery in Italy
Free delivery in Europe
Add promo to cart
SHOW THE FREE BOOKS
Close
SEARCH
Forgot your password?
Click here to see the list
Registration / Shipping
Already our client?
please login
log out
Confirm Password
Name
Surename
Address / Number
City / Town
Nation
Phone
Mobile
Billing Information
Company Name
VAT Number
Fiscal Code
Are you a library?
Yes
Would you like receive it?
Select Subjects
Subjects included
Add
Security
Repeat the secure code
The fields marked with a red edge are required.