MENU
FREE SHIPPING COSTS
FOR ORDERS OVER
35 € TO ITALY
70 € TO EUROPE
Click here to see the list
Latest books
Most relevant
Author ascending
Author descending
Title ascending
Title descending
Publisher ascending
Publisher descending
Price ascending
Price descending
Page
of

Esoterismo Simbologia

Series

Traduz.di Francesco Zambon. Prima edizione italiana. Milano, Adelphi Ed. 1975, cm.16x24, pp.400, br. sopraccop.fig.bn. Collez.Il Ramo d'Oro,6.

EAN: 9788845901430
Note: Lieve menda alla sopracoperta.
EUR 27.00
Add to Cart
Trad.di S.Crapiz. Genova, Ediz.Ecig 1993, cm.14,5x21, pp.188, br.cop.fig.a col. Coll.Nuova Atlantide.

EAN: 9788875455545
EUR 13.00
Add to Cart
A cura di M.Cazenave. Paris, Albin Michel 1986, cm.14,5x22,5, pp.454, br.

EAN: 9782226025449
EUR 9.00
Add to Cart
Introduzione di Marco e Mario Bussagli. Genova, Nuova Stile Regina Edit. 1987, cm.18x28, pp.XXVIII,400, numerose figg.bn.nt. leg.ed.soprac.fig. Biblioteca dei Curiosi. A cura di Andrea De Pascalis.
EUR 43.00
Add to Cart
Ristampa anastatica dell'ediz. originale di Anversa (Antuerpiae, ex Officina Christophori Plantini 1564). Budapest, Akadémiai Kiadò 1982, un vol + un fascicolo, entrambi di cm.12x18,8, pp.240 + 44 leg. ed. in tutta pelle, titoli e fregi al piatto ant. e al dorso; fascicolo con 2 punti metallici. Coll. Bibliotheca Hungarica Anrtiqua, XI.

EAN: 9789630524322
Note: Dedica ms. in ungherese all'occhietto del fascicolo.
EUR 60.00
Add to Cart
Paris, Payot 1973, cm.14x22,7, pp.225,(7), alcune figg. in nero nt., br., cop. fig. con bandelle. Collection "Aux Confins de la Science".

Note: Copertina un po' ingiallita.
EUR 16.00
Add to Cart
Paris, Flammarion 1958, cm.12x18,5, pp.(2),316,(2), 4 tavv. in nero ft., br., copertina fig. Collection "Symboles".

Note: Non frequenti sottolineature a matita nt.
EUR 18.00
Add to Cart
Firenze, Tipografia Giuntina 1933, cm.16x22,5, pp,124,(4), rileg. coeva in cartone pesante con decoraz. omogenea per piatti e dorso, tassello in pelle con titoli in oro applicato al piatto anteriore.

Note: Dorso lievemente insolato ma copia molto ben tenuta. Alla prima pag. bianca, invio autografo dell'A.
EUR 34.00
Add to Cart
Parma, Edizioni All'Insegna del Veltro 1979, cm.12x16,8, pp.37,(3), 3 ill.in bn.nt., br., cop.fig.
EUR 10.00
Add to Cart
Milano, Armenia Editore 1987, cm.12,5x19,5, pp.529,(15), br., cop.fig.a colori. (lievi segni d'uso alla cop.; interni un po' ingialliti.)

EAN: 9788834402184
EUR 14.46
-45%
EUR 8.00

Add to Cart
Paris, Guy Trédaniel Editeur 1990, cm.14x21, pp.140,(4), numerosi disegni in bn.nt., br., cop.fig.a colori. [copia in stato eccellente]

EAN: 9782857073543
EUR 13.90
-14%
EUR 12.00

Add to Cart
2. reprint der Originalausgabe (Leipzig-Berlin, B.G. Teubner, 1925). Zweite Auflage. Wiesbaden, Fourier Verlag 1985, cm.15x25, pp.(6),194,(4), leg.ed.in t.tela grezza, sopraccop. [ottimo esemplare] Coll. Stoicheia, Studien zur Geschichte des Antiken Weltbildes und der Griechischen Wissenschaft, Heft 7.
EUR 22.00
Add to Cart
Translated from the Spanish by Jack Sage. Foreword by Herbert Read. London, Routledge & Kegan Paul 1962, cm.14,5x22, pp.LIV,400, numerose ill.in bn.nt.e XXXII tavv.in bn.ft., leg.ed.in buckram, titoli in oro al dorso, sopraccop.fig. (due strappetti alla sopraccop.e firma di appartenenza al frontesp.ma copia in buono stato.) Symbolism was an essential part of the ancient art of the Orient and of the mediaeval tradition in the West. It has been lately revived in the study of the unconscious, both directly in the Field of dreams, visions and psychoanalysis, and indirectly in art and poetry. The basic aim of this work is to create a "centre" of general reference for symbological studies by clarifying the under varying essential meaning of every symbol. The author uses the comparative method, specifying the precise sources of information taken from a great number of widely varying fields.
EUR 20.00
Add to Cart
Genova, Libreria Editrice E.Spiotti 1913, cm.17,5x25,5, pp.296,(2), numerosi disegni in bn.nt., br. (cop.ant.semidistaccata, mende e lacune al dorso.) Prima edizione.
EUR 48.00
Add to Cart
Prefaz.di M.M.Davy. Collaboraz.di Monique Gougaud D. Paris, Berg International Editeurs 1973, cm.18x25, pp.315, centinaia di figg.e segni bn.nt. leg.ed.in t.tela, piatto ant.fig.
EUR 30.00
Add to Cart
Reggello, FirenzeLibri Ed. 2009, cm.15x21, pp.240, br.con bandelle. Ghimatria è un termine mutuato dal greco Grammatèia che pressappoco significa calcolo, ma anche forma... E' uno dei sette gradi dello studio della Cabbalà, il penultimo, poiché l'ultimo o più alto è la Cabbalà stessa. Cabbalà in ebraico significa ricevere o semplicemente ricevuta, ed infatti non esiste una vera scuola dove si insegna la Cabbalà, piuttosto ci si rivolge ad un Cabalista dal quale si potranno ricevere gli insegnamenti sulla Cabbalà.

EAN: 9788876220760
EUR 18.00
Add to Cart
Reggello, FirenzeLibri Ed. 2009, cm.15x21, pp.224, br.con bandelle. Ghimatria è un termine mutuato dal greco Grammatèia che pressappoco significa calcolo, ma anche forma... E' uno dei sette gradi dello studio della Cabbalà, il penultimo, poiché l'ultimo o più alto è la Cabbalà stessa. Cabbalà in ebraico significa ricevere o semplicemente ricevuta, ed infatti non esiste una vera scuola dove si insegna la Cabbalà, piuttosto ci si rivolge ad un Cabalista dal quale si potranno ricevere gli insegnamenti sulla Cabbalà.

EAN: 9788876220753
EUR 18.00
Add to Cart
Milano, Mimesis Ed. 2003, cm.11x17, pp.140, br.cop.fig.a col. Coll.I Cabiri. Il presente volume indaga il segreto del femminile, inteso non in senso biologico ma come essenza dell’umano. Il Femminile si incarna in figure di donna – dee, sante, mistiche, streghe… – che di esso rappresentano e simboleggiano alcuni aspetti, qui approfonditi in maniera interdisciplinare, utilizzando l’analisi linguistica, filologica, mitica e simbolica. Le figure considerate esplicitano l’arcano che del femminile è caratteristico: quell’aspetto nascosto, oscuro e profondo che risiede nell’inconscio di ognuno e che emerge nel suo legame col Sacro, simboleggiato nel saggio di Lavaroni dal mito di Ishtar. Il Femminile, infatti, si contestualizza nelle figure analizzate manifestandosi attraverso l’irruzione del sacro e del magico, la vocazione, l’ispirazione e la conoscenza arcana. Rappresentazione che, seppur legata a figure note e conosciute (Sibilla, Aurora, Chiara d’Assisi e Sophia), in realtà assume un connotato "collettivo", suggerendo un messaggio che, come le parole di Sibilla, si disperde nel vento perché inafferrabile e oscuro: tale è il contatto con l’arcano che del Sacro è espressione.

EAN: 9788884831941
EUR 9.00
-11%
EUR 8.00

Add to Cart
Traduz.di Giovanna Caputo. Torino, L'Età dell'Acquario 2009, cm.14x21, pp.198, br.cop.fig.a col. Coll.Uomini, Storia e Misteri. I Vangeli raccontano che un soldato romano - Longino, secondo la tradizione conficcò la punta della sua lancia nel costato di Cristo in croce per accertarsi, che fosse morto. Da allora quella lancia è divenuta una delle più sacre reliquie di ogni tempo. E anche una delle più ambite: possederla, infatti, significava essere arbitri dei destini dell'umanità. L'aveva con sé Costantino quando iniziò la costruzione della nuova Roma. Carlo Magno la brandiva in battaglia e la teneva al suo fianco quando dormiva. Napoleone la pretese come bottino di guerra dopo Austerlitz. Hitler la vide per la prima volta nel 1912. Il futuro cancelliere del Reich era ancora un giovane sfaccendato e la lancia era custodita in una preziosa teca dell'Hofburg, la residenza della famiglia imperiale austriaca. Molti anni dopo, il 14 marzo 1938 (vigilia di san Longino), a distanza di appena due giorni dall'annuncio dell'Anschluss, egli ordinò che venisse trasferita in Germania. Dopo la sua morte, gli americani la riportarono a Vienna, ma subito si diffuse un sospetto: si trattava dell'originale o di un abile falso fabbricato dai nazisti in fuga verso l'Antartide, dove la vera lancia sarebbe stata recuperata al momento opportuno per annun ciare la fondazione del Quarto Reich? Alec MacLlellan si muove tra storia e leggende, mito e tradizioni, religione e occultismo con l'obiettivo di dissipare la millenaria coltre di misteri che cela il segreto della "Lancia del Destino".

EAN: 9788871363059
EUR 16.50
-33%
EUR 11.00

Add to Cart
Introduz.traduz.e note a cura di Ovidio La Pera. Firenze, FirenzeLibri Ed. 2009, cm.13x20, pp.256, br. Coll.La Bautta, Lo Spirito delle Cose. Verso la fine del 1794, ancora nel mezzo della Rivoluzione, sebbene la sua qualità di nobile gli interdicesse il soggiorno a Parigi, L. C. de Saint-Martin, fu designato dal distretto di Amboise, in veste di allievo, a partecipare presso la Scuola Normale di Parigi ad un corso di formazione di istruttori per la propagazione dell’istruzione pubblica. Egli accettò questa missione, come ci fa sapere nella sua corrispondenza con l’amico Kirchberger, nella speranza di poter, con l’aiuto di Dio, in presenza di duemila uditori animati da ciò che egli chiamava spiritus mundi, impiegare utilmente il suo carattere di natura spirituale e combattere con successo il filosofismo materiale e antisociale dell’epoca. La scuola ebbe inizio alla fine di gennaio del 1795, diretta da Garat, professore di intendimento umano, e Saint-Martin ne fu poco soddisfatto fin dagli inizi; infatti nella corrispondenza con Kirchberger ci fa sapere “che essa non è ancora che lo spiritus mundi allo stato puro, e vedo chiaramente ciò che si nasconde sotto quel mantello…” Saint-Martin affrontò con coraggio il talento del professore, che con la sua oratoria brillante era in grado di abbagliare l’uditorio, e seguendo il suo invito, si addentrò nella materia, dando vivo impulso verso lo spiritualismo che, all’epoca, languiva nel pensiero francese, ricusando l’idea fondamentale di Condillac, che con la sua teoria riduceva l’intelletto alla sensazione. Il Dibattito non ebbe infine un seguito nelle sedute successive, forse anche perché il prof. Garat temeva di non poter prevalere di fronte alle argomentazioni di Saint-Martin, il quale in una lettera del marzo 1795 scrisse al suo amico Kirchberger: ”Sono stato un sasso, in piena assemblea, nei confronti di uno dei Golia della nostra Scuola normale, e si rise alle sue spalle, per quanto professore egli fosse”. Seguono alla “Controversia con Garat” altri due brevi scritti che sviluppano ulteriormente le tematiche trattate nei dibattiti tenuti presso la Scuola Normale di Parigi, e precisamente il “Saggio sui segni e sulle idee”, pubblicato nell’anno VII della Repubblica, (gennaio 1799), scritto da L. C. de Saint-Martin, non solo per esporre il suo punto di vista sulla questione avanzata dall’Istituto Nazionale di Francia: “Determinare l’influenza dei segni sulla formazione delle idee”, ma anche per dare un seguito ai dibattiti avuti con il Prof. Garat. A questo scritto ne segue poi un secondo, e cioè il “Quaderno di metafisica”, redatto dall’autore vero il 1800 ed in cui, dopo aver esposto il suo pensiero su vari temi d’ordine metafisico, alla fine, in un apposito capitolo, affronta nuovamente l’argomento trattato nel “Saggio”, muovendo questa volta alcune osservazioni per confutare i principi dell’amico de Gérando, ma in modi molto garbati pur nella loro fermezza, intercalati però anche a molti apprezzamenti.

EAN: 9788876220715
EUR 16.50
Add to Cart
Enter text to search in the whole catalogue
Search
No search parameter entered.
Books
Total
Shopping Cart
DESCRIPTION
PRICE
TOTAL BOOKS
No items in your shopping cart.
Added title to your cart.
Title removed from the cart.
Go to shopping cart...
Welcome back
Next
Prev.
Free delivery in Italy
Free delivery in Europe
Add promo to cart
SHOW THE FREE BOOKS
Close
SEARCH
Forgot your password?
Click here to see the list
Registration / Shipping
Already our client?
please login
log out
Confirm Password
Name
Surename
Address / Number
City / Town
Nation
Phone
Mobile
Billing Information
Company Name
VAT Number
Fiscal Code
Are you a library?
Yes
Would you like receive it?
Select Subjects
Subjects included
Add
Security
Repeat the secure code
The fields marked with a red edge are required.