CARRELLO vai al carrello
Libri
Totale
SPESE DI SPEDIZIONE GRATIS
PER IMPORTI SUPERIORI A
35 € IN ITALIA
70 € IN EUROPA

Mater dolorosa.

Autore:
Editore: Casa Editrice Baldini & Castoldi.
Data di pubbl.:
Dettagli: cm.13x19,5, pp.333,(3), brossura Quarantaduesima edizione.

EUR 10.00
Ultima copia
Aggiungi al Carrello

Vedi anche...

Milano, Club degli Editori su licenza Mondadori Ed. 1966, cm.13,5x20,5, pp.402, legatura ed. Coll.Caleidoscopio,39.
EUR 11.00
Ultima copia
Poesia. Milano, Vanni Scheiwiller 2008, cm.13,5x20,5, pp.192, brossura copertina figurata. Collana Prosa e Poesia. "Non sono incline alle confessioni, all'Io debordante. Del resto, è naturale che quando si scrive di qualunque cosa l'Io dell'autore plasmi e nasconda. A volte anzi la grande, rumorosa ostentazione costituisce un nascondimento ulteriore, a cui evidentemente non voglio dar corso. Meglio esprimere piuttosto le varie istanze o possibilità del proprio Sé, dando loro nomi, persone, passati e futuri, accadimenti. La poesia non è meno inventiva della narrativa." (Paolo Febbraro)

EAN: 9788876445569
EUR 14.00
-14%
EUR 12.00
2 copie
Dodicesima edizione. Firenze, Vallecchi Ed. 1943, cm.13x19,5, pp.304, brossura
Note: dorso con mende
EUR 11.00
Ultima copia
Torino, Einaudi 2008, cm.15x22, pp.144, legatura ed. Coll.Supercoralli. È notte, l'orfanotrofio è immerso nel sonno. Tutte le ragazze dormono, tranne una. Si chiama Cecilia, ha sedici anni. Di giorno suona il violino in chiesa, dietro la fitta grata che impedisce ai fedeli di vedere il volto delle giovani musiciste. Di notte si sente perduta nel buio fondale della solitudine più assoluta. Ogni notte Cecilia si alza di nascosto e raggiunge il suo posto segreto: scrive alla persona più intima e più lontana, la madre che l'ha abbandonata. La musica per lei è un'abitudine come tante, un opaco ripetersi di note. Dall'alto del poggiolo sospeso in cui si trova relegata a suonare, pensa "Io non sono affatto sicura che la musica si innalzi, che si elevi. Io credo che la musica cada. Noi la versiamo sulle teste di chi viene ad ascoltarci". Così passa la vita all'Ospedale della Pietà di Venezia, dove le giovani orfane scoprono le sconfinate possibilità dell'arte eppure vivono rinchiuse, strette entro i limiti del decoro e della rigida suddivisione dei ruoli. Ma un giorno le cose cominciano a cambiare, prima impercettibilmente, poi con forza sempre più incontenibile, quando arriva un nuovo compositore e insegnante di violino. È un giovane sacerdote, ha il naso grosso e i capelli colore del rame. Si chiama Antonio Vivaldi. Grazie al rapporto conflittuale con la sua musica, Cecilia troverà una sua strada nella vita, compiendo un gesto inaspettato di autonomia e insubordinazione.

EAN: 9788806171247 Note: Mancante della sopracoperta.
EUR 7.00
Ultima copia