CARRELLO vai al carrello
Libri
Totale
SPESE DI SPEDIZIONE GRATIS
PER IMPORTI SUPERIORI A
35 € IN ITALIA
70 € IN EUROPA

Parla com lei.

Autore:
Curatore: Presentazione di Antonio Tabucchi. Traduzione di Paola Tomasinelli.
Editore: Einaudi.
Data di pubbl.:
Collana: Coll. Einaudi tascabili- Stile Libero,1067.
Dettagli: cm.14x21, pp.VII,148, brossura copertina figurata. Coll. Einaudi tascabili- Stile Libero,1067.

Abstract: Due uomini, innamorati di due donne differenti, si ritrovano nella stessa drammatica situazione. Benigno è innamorato di Alicia e si prende cura di lei da quando è entrata in coma; Marco è innamorato di Lydia, torera, in coma dopo una sfortunata corrida. I due uomini reagiscono in modo diverso alla difficile situazione: Benigno è felice di passare tutto quel tempo accanto alla sola donna che abbia mai amato, certo di un suo prossimo risveglio, Marco è triste e depresso perché non può comunicare con Lydia e conoscere i suoi veri sentimenti. Alla sceneggiatura di "Parla con lei" il volume affianca un'autointervista inedita del regista che racconta del film, degli attori, delle attrici, di se stesso. Il testo contiene una presentazione di Tabucchi.

EAN: 9788806165031
EUR 8.50
-23%
EUR 6.50
Ultima copia
Aggiungi al Carrello

Vedi anche...

Traduzione di paola Tomasinelli. Torino, Einaudi 2006, cm.12,5x18, pp.141, brossura copertina figurata a colori. Coll. Einaudi Stile Libero Extra. "Volver è un titolo che include vari ritorni, per me. Sono tornato, un poco, alla commedia. Sono tornato all'universo femminile, a La Mancia (è senz'altro il mio film più strettamente mancego, il linguaggio, le abitudini, i cortili, la sobrietà delle facciate, le strade lastricate), sono tornato a lavorare con Carmen Maura (non lo facevamo da diciassette anni), con Penélope Cruz, Lola Duenas e Chus Lampreave. Sono tornato alla maternità, come origine della vita e della finzione. E, naturalmente, sono tornato a mia madre [...]. Il ritorno principale di Volver è quello del fantasma di una madre che appare alle proprie figlie. Nel mio Paese queste cose accadono (sono cresciuto ascoltando storie di apparizioni), tuttavia alle apparizioni non ci credo. Solo quando accadono agli altri, o quando accadono nella finzione. E questa finzione, quella del mio film (e qui viene la mia confessione) ha provocato in me una serenità che non avvertivo da tempo". (Pedro Almdóvar)

EAN: 9788806184605
EUR 11.00
-45%
EUR 6.00
Ultima copia
Traduzione di Elisa Biagini. Torino, Einaudi Ed. 2005, cm.13,5x21, pp.106, brossura cop.fig.col. Coll.Super ET. In questo suo primo libro di poesie, il grande talento di Haddon nel narrare storie e la sua incontenibile immaginazione si fondono e danno vita a una raccolta audace e coinvolgente, sospesa tra tenerezza e malinconia. In questo libro si trovano canzoni d'amore venate di amarezza, liriche costruite sullo humour, ninnenanne, ironici scherzi postmoderni e un intero romanzo di John Buchan condensato in cinque pagine.

EAN: 9788806181130
EUR 9.80
-38%
EUR 6.00
2 copie
Traduzione di Marisa Castino Bado. Milano, Polillo Ed. 1999, cm.14x21, pp.318, brossura cop.fig.col. Coll.Obladì Obladà. Con la morte del marito e i ragazzi partiti per il college, Charlotte, a soli quarantasette anni, sembra destinata a scivolare anzitempo nella terza età, devota custode della memoria e delle tradizioni familiari. Ma invece di abbandonarsi alla disperazione e rassegnarsi alla solitudine, come si aspetterebbero (e vorrebbero) i figli e tutti quelli che la circondano, decide di ricominciare a vivere. Così vende la vecchia casa di famiglia e si mette in viaggio attraverso l'America per ritrovare un primo amore mai dimenticato. Nel corso della sua ricerca farà molte inaspettate scoperte su se stessa e sugli uomini che ha amato e alla fine, mentre un nuovo sentimento si profila all'orizzonte, capirà che il cuore ha le sue stagioni, ma che vale la pena di viverle tutte.

EAN: 9788881540815
EUR 7.00
Ultima copia
Taccuini 1976-1989. A cura di Gaia Rispoli. Prefazione di Angelo Pellegrino. Torino, Einaudi 2011, cm.14x21, pp.251, legatura editoriale con sovracopertina figurata. «Ricordare è tutto: l'etica fondamentale della vita». È con questa consapevolezza che l'esperimento giocoso di compilare taccuini diventa per Goliarda Sapienza un'abitudine, un esercizio letterario e mnemonico, e infine un vizio di cui non può fare a meno. Anno dopo anno si scopre attenta a riportare tutto quello che più la colpisce, perché poche volte si assiste a «qualcosa di possente e primario», ma con la stessa gioia prende la penna anche solo per ricordare un viso, immortalare un orizzonte viola, appuntare un pensiero trasportato dal vento forte, durante una camminata lungo il mare. Nelle ottomila pagine di quaderni, agende, fogli irregolari, densi o a volte appena scarabocchiati, si trova la vera voce di Goliarda. Quella riservata a se stessa, intima e diretta, che allo stesso tempo confida al lettore la sua storia, senza omettere nessun dettaglio: gli umori incostanti, gli inciampi e le sorprese nella quotidianità e nella scrittura, gli autori più amati e i viaggi che hanno modificato per sempre la percezione dello spazio. Tra le pieghe degli appunti spiccano poi le riflessioni politiche e l'analisi delle differenze generazionali, che rivelano il cambiamento di una società che inseguendo un'utopia si è ritrovata davanti a una violenta menzogna. Ma è sicuramente il tocco personale e profondo di Goliarda a illuminare e rendere preziosi i suoi taccuini. Il rapporto unico con la madre, i legami più importanti, gli amici che muoiono troppo presto, il dolore di non aver avuto figli e l'amore pieno per quegli «altri figli», i protagonisti dei suoi libri: prima fra tutti Modesta, che lascia le pagine dell'Arte della gioia per diventare persona in carne e ossa insieme ad Angelo, Citto, il fratello Carlo, Moravia e Zavattini. Ci sono alcune protagoniste della storia, come Virginia Woolf e Maria Giudice, che hanno «osato entrare fra i grandi senza tradire il loro essere donna». Con i suoi taccuini, Goliarda Sapienza ci mostra come si raggiunge quest'obiettivo. «Hai una casa qui, puoi sostare un poco. Hai trovato una cucina che almeno per un'altra ora ti terrà al caldo e ti darà il tempo di ripensare la vita. Che cos'è la vita, se non ti fermi un attimo a ripensarla?» ***«Ogni dieci anni Goliarda avrebbe riscritto lo stesso romanzo, modificandolo, reinventando se stessa e la propria vita. Ma da viva quasi nessuno ne capì la grandezza, L'arte della gioia venne pubblicato postumo, e Lettera aperta III rimase così, romanzo interrotto, desideroso di essere e tuttavia impossibilitato. A colmarne l'assenza questi taccuini che di Goliarda fanno eroina in lotta contro un Novecento italiano troppo spesso inadeguato»

EAN: 9788806803018
EUR 100.00
Ultima copia