CARRELLO vai al carrello
Libri
Totale
SPESE DI SPEDIZIONE GRATIS
PER IMPORTI SUPERIORI A
35 € IN ITALIA
70 € IN EUROPA

Risultati di ricerca

Il ventennio berlusconiano tra fascismo e populismo. Milano, Baldini Castoldi Dallai Editore 2008, cm.15x21, pp.234, legatura editoriale rigida con sovraccoperta figurata. Coll. Saggi. Le ultime cinque legislature saranno ricordate come il Ventennio berlusconiano: Silvio Berlusconi è infatti riuscito, sia da capo del governo che da leader dell'opposizione, a dettare la propria agenda di priorità. A questo atteggiamento la sinistra non ha saputo far altro che opporre delle risposte ondivaghe: a volte attraverso un antiberlusconismo intransigente, gridando al "regime", e giudicando Berlusconi un "politicante" inadeguato a guidare il Paese; altre volte offrendo un'ambigua disponibilità a creare insieme regole condivise ma uscendone sempre sconfitta. Questi comportamenti si sono rivelati inadeguati dopo la vittoria elettorale del Popolo della libertà alle elezioni del 13 aprile 2008. Da quel momento si è aperta una nuova stagione: Berlusconi ha costruito un blocco elettorale solidissimo. In questo saggio, Giannini analizza il fenomeno Berlusconi secondo una metodologia nuova: rileva i tratti di originalità rispetto al passato del nuovo governo berlusconiano e dimostra come l'idea di una comunanza di modi tra il regime fascista e quello berlusconiano non sia per nulla peregrina, ma abbia delle solide basi. Infine si rivolge anche alla sinistra, e in particolare al Partito democratico, invitandolo a riflettere seriamente sulla sconfitta elettorale e a ricominciare da capo, perché Berlusconi si può battere solo se lo si comprende davvero, senza banalizzare lui e l'elettorato che rappresenta e allo stesso tempo sapendo rinnovare se stessi.

EAN: 9788860734754
EUR 17.50
-60%
EUR 7.00
Ultima copia
Cronache di un declino economico e politico. Milano, Rizzoli 2006, cm.14x21, pp.218, legatura editoriale con sovracopertina. Coll. Rizzoli Osservatorio, In America un procedimento giudiziario di sfratto dura circa 50 giorni. In Italia si arriva tranquillamente a 630. Tre giorni è il tempo necessario per aprire una nuova impresa in Danimarca. Un imprenditore italiano impiega 62 giorni. Da oltre un decennio, mentre gli Stati Uniti producono ricchezza, sviluppo e innovazione, l'Europa attraversa una fase di stagnazione economica. Ouali le cause? Alberto Alesina e Francesco Giavazzi offrono indicazioni decisive per interpretare la crisi del Vecchio Continente. L'Europa ha bisogno di maggior concorrenza, non di aumentare le infrastrutture pubbliche. Iniziative pro-crescita, come l'Agenda di Lisbona, non risolveranno i problemi dell'Europa, anzi possono essere controproducenti. Le università europee hanno bisogno di più mercato, non di più denaro. Le aziende europee hanno bisogno di meno tasse, di un mercato del lavoro meno regolato e di mercati dei prodotti che funzionino meglio, non di sussidi e protezioni. L'Europa ha solo bisogno dei giusti incentivi e di rimettersi a lavorare. Deve anche prepararsi a gestire società multietniche, un tema di fronte al quale gli europei sono impreparati e che potrebbe divenire esplosivo. Questo non significa che l'Europa debba semplicemente adottare in toto il modello americano: vi sono aspetti del welfare europeo che sono efficienti e debbono essere preservati. Significa che esiste una "terza via", a metà strada tra il modello americano e quello europeo?

EAN: 9788817013154
EUR 18.00
-61%
EUR 7.00
Ultima copia
A cura di Marina Bersano Begey. Torino, UTET 1965, cm.15x23,5, pp.636, alcune tavv.bn.ft. leg.ed.in tutta tela, fregi in oro al dorso. Collez.Classici Politici.
Note: leggeri segni d'uso.
EUR 61.00
-75%
EUR 15.00
Ultima copia
Milano, Baldini Castoldi Dalai 2008, cm.15x21,5, pp.471, br.con bandelle, Coll.I Saggi,347. Con un approccio comparativo che muove senza pregiudizi da un fronte all'altro dell'intero spettro parlamentare, Perry Anderson traccia un panorama dei principali temi all'ordine del giorno nel dibattito politico contemporaneo. E lo fa mettendoli a fuoco attraverso l'opera di alcuni dei più rappresentativi intellettuali di oggi: Michael Oakeshott, Leo Strauss, Carl Schmitt e Friedrich von Hayek per quanto riguarda la destra intransigente; John Rawls, Jürgen Habermas e Norberto Bobbio per il centro liberale e socialdemocratico; ed Edward Thompson, Robert Brenner e Eric Hobsbawm per la sinistra marxista eterodossa, senza trascurare qualche incursione nel campo della letteratura e della filologia. A fare da premessa a questa indagine ad ampio raggio vi è la convinzione che la politica non sia un'attività chiusa in se stessa, ma che, anzi, si alimenta dei conflitti di un determinato tempo relazionandosi con le più varie discipline oltre la sfera di competenza della scienza politica: dalla filosofia all'economia, dalla sociologia alla psicologia, alle scienze della terra e della vita.

EAN: 9788860732842 Note: Lievissime e sporadiche sottolineature a matita.
EUR 21.00
-61%
EUR 8.00
Ultima copia
A cura di Alberto Andreatta, Artemio E.Baldini, Ccarlo Dolcini, Gianfranco Pasquino. Torino, Utet 1999, 2 volumi. cm.17,5x24,5, pp.602,568, legg.ed.in tutta tela, fregi e titoli in oro ai dorsi.

EAN: 9788802055244
EUR 87.70
-60%
EUR 35.00
Disponibile
Milano, Rizzoli Ed. 2015, cm.14x22,5, pp.406, leg.ed., sopracop. Coll.Saggi italiani. Delitti politici rimasti senza colpevoli. Pugno di ferro sui fascisti sconfitti. Reduci di Salò che si vendicano. Fanatismi barbarici. Partiti divisi dall'odio. Il potere crescente delle donne, imposto anche nelle storie di sesso. Misteri ed enigmi che diventano incubi. Il primo dopoguerra italiano è stato tutto questo. Un inferno durato tre anni, sino alle elezioni del 18 aprile 1948 e all'attentato a Palmiro Togliatti subito dopo il trionfo di Alcide De Gasperi sul Fronte popolare rosso. Da allora sono trascorsi tanti anni e quasi nessuno rammenta quel tempo feroce. Ma Giampaolo Pansa l'ha vissuto con lo sguardo attento di un ragazzino curioso. E non l'ha dimenticato. Lui ha una tesi: l'Italia di questo 2015 è ancora figlia del primo dopoguerra, dei vizi e delle faziosità che lo inquinavano. Allora i comunisti sognavano di fare un colpo di Stato. Adesso i reduci del Pci rimasti sulla piazza hanno scoperto degli alleati imprevisti: i movimenti che vogliono il nostro distacco dall'Europa. Gli italiani di oggi sono più in frantumi degli italiani di allora. I partiti soffrono di un discredito che nel dopoguerra affiorava già, ma non li paralizzava. Purtroppo non abbiamo un De Gasperi che ci guidi verso una nuova rinascita. Siamo vittime di paure più cattive di quelle che fra il 1945 e il 1948 devastavano i sonni di un paese che aveva

EAN: 9788817082907
EUR 20.00
-60%
EUR 8.00
Ultima copia
Milano, DEBAR 2009, cm.14x20, pp.158, brossura.

EAN: 9788890455100
EUR 15.00
-63%
EUR 5.50
2 copie
Prefaz.di massimo D'Alema. Milano, Teti Ed. 1998, cm.15x21, pp.244, br.cop.fig.bn.

EAN: 9788870394375 Note: Pagine macchiate e leggermente ondulate nella parte bassa del libro. Copia perfettamente leggibile.
EUR 12.90
-61%
EUR 5.00
Ultima copia
Milano, Rizzoli Ed. 2007, cm.14x22, pp.286, leg.ed.soprac.fig.a col. Coll.Saggi italiani. Aerei di Stato che volano 37 ore al giorno, pronti al decollo per portare Sua Eccellenza anche a una festa a Parigi. Palazzi parlamentari presi in affitto a peso d'oro da scuderie di cavalli. Finanziamenti pubblici quadruplicati rispetto a quando furono aboliti dal referendum. "Rimborsi" elettorali 180 volte più alti delle spese sostenute. Organici di presidenza nelle regioni più "virtuose" moltiplicati per tredici volte in venti anni. Spese di rappresentanza dei governatori fino a dodici volte più alte di quelle del presidente della Repubblica tedesco. Province che continuano ad aumentare nonostante da decenni siano considerate inutili. Indennità impazzite al punto che il sindaco di un paese aostano di 91 abitanti può guadagnare quanto il collega di una città di 249mila. Candidati "trombati" consolati con 5 buste paga. Presidenti di circoscrizione con l'autoblu. La denuncia di come una certa politica, o meglio la sua caricatura obesa e ingorda, sia diventata una oligarchia insaziabile e abbia allagato l'intera società italiana. Storie stupefacenti, numeri da bancarotta, aneddoti nel reportage di due famosi giornalisti.

EAN: 9788817017145
EUR 18.00
-61%
EUR 6.90
2 copie
Milano, Mondadori Ed. 2011, cm.15x21, pp.221, br,cop.ill.a col.con bandelle. Coll.Strade Blu.

EAN: 9788804613725
EUR 18.00
-61%
EUR 7.00
Disponibile
Roma, Donzelli Editore 2009, cm.11x16, pp.184, brossura con bandelle copertina figurata a colori. Coll.Saggine,176.

EAN: 9788860363879
EUR 15.00
-60%
EUR 6.00
3 copie
Milano, Hobby & Work 2008, cm.14,7x21, pp.235, br.cop.fig.a col.con bandelle. Coll.Saggi Storici. Mosca, agosto 1991. Un "comitato d'emergenza" cerca di rovesciare Mikhail Gorbaciov. I carri armati sferragliano per le strade, il mondo trattiene il fiato, finché interviene Eltsin che, con un magistrale coup de theatre, sventa il golpe, liquidando contemporaneamente Gorbaciov. Fu vera gloria? No, in realtà si trattò di una colossale truffa politico-mediatica, un falso golpe organizzato dallo stesso Eltsin per sbriciolare il Partito comunista e, con la scusa delle riforme liberal-democratiche, lanciare verso il Cremlino una nuova leva di autocrati, tutti legati a filo doppio al Kgb e al neo-capitalismo rampante. Tra costoro c'era anche un giovanotto di buone speranze e metodi piuttosto disinvolti. Di nome Vladimir Putin, farà molta strada. Russia, inverno 2007. Il regime di Putin è ormai una realtà consolidata. Mentre si attendono le elezioni presidenziali del marzo 2008, l'antica patria dei Soviet si propone agli occhi del mondo come inquietante ibrido tra Stato autoritario e consorteria capitalistica allo stato puro. Benedetto dalla Chiesa ortodossa, lo "zar Vladimir" gestisce il potere con metodi polizieschi che imbarazzano le cancellerie europee. Eppure, malgrado le proteste per la costante violazione delle libertà civili, l'Occidente è costretto a misurarsi con l'aggressiva Russia putiniana, alla ricerca di una possibile coabitazione geo-politica.

EAN: 9788878517134
EUR 16.50
-75%
EUR 4.00
Disponibile
Milano, Rai-Eri-Arnoldo Mondadori Ed. 2008, cm.15,5x22,5, pp.478, leg.ed., sopracop.fig.a col. Coll.I Libri di Bruno Vespa.

EAN: 9788804583110
EUR 19.50
-74%
EUR 5.00
Ultima copia
Prefaz.di Boris Biancheri. Introduz.di P.Gaetano Lo Russo. Firenze, Vallecchi Ed. per Banca Popolare di Milano 2003, cm.22x29, pp.205, num.ill.e tavv.a col.nt. leg.ed. sopracop.fig.a col.

EAN: 9788888674018
EUR 50.00
-86%
EUR 7.00
Disponibile
Prefaz.di Franco Cardini. Firenze, Vallecchi Ed. 2005, cm.15x22,5, pp.480, br.cop.fig. Coll.Fuori Luogo.

EAN: 9788884270160
EUR 24.00
-62%
EUR 9.00
Disponibile
Traduz.di Paolo Fontana. Prefazione di Umberto Croppi. Firenze, Vallecchi Ed. 2005, cm.15x22,5, pp.288, br.cop.fig.a col. Coll.Fuori Luogo. Parecchi milioni di musulmani vivono oggi nei paesi dell'Unione Europea e negli Stati Uniti. L'esperienza della condizione minoritaria in un contesto diverso costituisce un potente fattore di cambiamento all'interno di queste comunità. L'autrice presenta le trasformazioni dell'autorità islamica legata alla condizione minoritaria e l'influsso delle forme globalizzate dell'islam, wahabiti e Fratelli musulmani, sui dibattiti teologici e la lotta per l'imposizione di una ortodossia islamica come, all'opposto, anche l'emergere di una nuova élite intellettuale e religiosa, più aperta e coinvolta nei grandi dibattiti (democrazia, diritti umani, condizione femminile, apostasia) che agitano il mondo musulmano d'oggi.

EAN: 9788884271990
EUR 20.00
-62%
EUR 7.50
Disponibile
Firenze, Vallecchi Ed. 2011, cm.14,5x21, pp.216, br.cop.fig.a col.con bandelle. Coll.I Saggi. È il 15 febbraio 2009, Matteo Renzi vince le primarie a sindaco di Firenze, di cui diventerà primo cittadino pochi mesi più tardi. Il PD scopre una faccia nuova, se non altro seminuova, un grillo parlante che vuole rottamare i dirigenti del suo partito e si presenta con la volontà di scompaginare gli assetti classici della cooptazione. Piglio decisionista e cultura pop-populista che assume tratti veltroniani ("Sono cresciuto con Kennedy e Mandela nel cuore"), il cattolico Renzi si presenta alla pubblica opinione, con cui dialoga anche attraverso Internet, come un leader postideologico dalle doti taumaturgiche per il centrosinistra. Dal liceo Dante, dove già voleva rottamare qualche segretario, all'assemblea alla Stazione Leopolda dove ha riunito quasi 7.000 persone, passando per i duelli con il partito, ecco il ritratto di un giovane leader: i tic, il modello comunicativo, la musica che ascolta, la trasversalità che lo rende interessante anche agli occhi di un elettore di centrodestra, così l'"Obama dei lungarni" - come qualcuno l'ha ribattezzato - ha lanciato l'assalto alla diligenza, o meglio alla dirigenza del Partito Democratico. Per ora il Cyberscout non si candiderà a essere il leader del PD. Così almeno ha ripetuto fin dal giorno dell'intervista in cui ha detto di voler mandare in pensione D'Alema e Veltroni: "Fare il sindaco di Firenze è il mestiere più bello del mondo". Per il futuro, chissà.

EAN: 9788884272195
EUR 15.00
-63%
EUR 5.50
Disponibile
Firenze, Vallecchi Ed. 2010, cm.14,5x21, pp.220, br.cop.fig.a col.con bandelle. Coll.I Saggi. Che cos'è diventato Gianfranco Fini? Che forma ha assunto l'uomo che fu leader del postfascismo, poi di An e che oggi invece cita Norberto Bobbio e vuole concedere la cittadinanza italiana agli immigrati? Entrato nel Pdl, liberatosi dei propri colonnelli, senza la forza del partito di cui era padrone, l'ex pupillo di Giorgio Almirante ha cancellato le stigmate del proprio passato nero e cerca adesso una nuova collocazione nella destra laica del sarkozysmo europeo, molto francese e molto poco berlusconiana. È uno straordinario rovesciamento delle regole della politologia. Senza un partito disciplinato e compatto dietro, Fini risulta più forte e autorevole. Senza un popolo acclamante, e lontano dai suoi valori tradizionali di destra dura e pura, Fini ha più cose da dire e più obiettivi da realizzare. Come ha fatto e con l'aiuto di chi? Ma il problema o il fatto interessante non si definisce dicendosi favorevoli o contrari alle singole scelte, che pesano e che diventano decisione politica. La faccenda è interessante perché dimostra che in politica conta ancora la libertà di tono, l'autonomia culturale, l'indipendenza. Così, vera o fasulla che sia, la "conversione" potrebbe portare Fini alla guida di un nuovo centrodestra dai tratti meno populisti, o imporlo nel delicato ruolo di traghettatore istituzionale verso l'inimmaginabile Terza Repubblica post berlusconiana.

EAN: 9788884271501
EUR 15.00
-73%
EUR 4.00
Disponibile
Firenze, Vallecchi Ed. 2010, cm.14,5x21, pp.228, br.cop.fig.a col.con bandelle. Coll.I Saggi. Il racconto della resistibile ascesa al potere del camaleonte della politica italiana: Gianfranco Fini. Dagli anni '70 nel Fronte della gioventù allo scandalo di Montecarlo dell'estate 2010, dall'investitura di Almirante allo scontro con Berlusconi, dal "fascismo del Duemila" al "farefuturismo". Una storia di fortune improvvise, padrini generosi, doppiezze opportuniste. Con poche idee, mutevoli e confuse, sulla storia e la politica d'Italia, l'economia, il ruolo della religione e della cultura, Fini ha fatto seri danni alla destra, ingannato chi lo ha votato per trent'anni e ora riesce a incantare la sinistra. Questo pamphlet non solo ripercorre la sua carriera politica, ma critica duramente le sue diverse maschere: fascista e antifascista, nazionalista e patriottico, laicista e futurista. In appendice, intervista al politologo Marco Tarchi, principale antagonista di Fini più di trent'anni fa nella gioventù missina.

EAN: 9788884272126
EUR 16.00
-75%
EUR 4.00
Disponibile
Saggio introduttivo di Andrea Chiti-Batelli. Roma, Carocci Ed. 2000, cm.15x22, pp.125, br.cop.fig.a col. Coll.Fonti e Ricerche,3.

EAN: 9788843017188
EUR 14.50
-65%
EUR 5.00
Disponibile
Roma, Carocci Ed. 2000, vm.13x20, pp.138, br.

EAN: 9788843016204
EUR 21.20
-62%
EUR 8.00
Disponibile
Roma, Carocci Ed. 2004, cm.15x22, pp.174, br.cop.fig.a col.con bandelle, Coll.Le Sfere,28.

EAN: 9788843030552
EUR 12.50
-60%
EUR 5.00
Ultima copia
Traduz.di G.Giaccio. Introduz.di Franco Cardini. Firenze, Vallecchi Ed. 2003, cm.15x22,5, pp.176, br.cop.fig.a col. Coll.Fuori Luogo. La seconda guerra contro l'Iraq e i fatti dell'11 settembre 2001 hanno fornito nuove armi polemiche ai sostenitori della tesi della diversità dell'Occidente rispetto alle altre culture, rafforzando così un clima di "scontro tra civiltà" da tempo consolidatosi. Partendo dalla simbologia delle immagini legate a questi tragici eventi, Corm spiega con esempi efficaci come si sono imposti nella società moderna i cliché di un Oriente mistico, arcaico e irrazionale e di un Occidente materialista, razionalista e individualista. La riflessione di Corm disegna un quadro storico incisivo invitando alla tolleranza e al rispetto della pluralità, ma è anche una preziosa analisi controcorrente di questa presunta lotta tra civiltà e culture.

EAN: 9788884270566
EUR 15.00
-66%
EUR 5.00
Disponibile
Prefaz.di Sandro Curzi. Firenze, Vallecchi Ed. 2004, cm.15x22,5, pp.268, br.cop.fig.a col. Coll.Fuori Luogo. Una nazione che impiega gli armamenti nucleari come bilanciere politico, che mantiene regimi dittatoriali con armi e denaro, che finanzia terroristi e promuove l'uso della tortura e del terrore in paesi stranieri, che calpesta i diritti umani nel proprio territorio e che istituisce leggi draconiane appoggiate da una ricca e potente minoranza religiosa. Non è l'Iran, non è la Corea del Nord, non è l'Iraq: sono gli Stati Uniti d'America. Un'indagine rigorosa e scioccante sugli ultimi cinquant'anni di politica estera americana prima del fatidico 11 settembre.

EAN: 9788884270474
EUR 19.00
-63%
EUR 7.00
Disponibile