CARRELLO vai al carrello
Libri
Totale
SPESE DI SPEDIZIONE GRATIS
PER IMPORTI SUPERIORI A
35 € IN ITALIA
70 € IN EUROPA
#221721 Dantesca

Dante e la tematica medioevale.

Autore:
Curatore: Seconda edizione.
Editore: L.U.Japadre Editore.
Data di pubbl.:
Collana: Coll.di Saggi e Monografie "Lo Scandaglio",1.
Dettagli: cm.16x21,3, pp.175,(5), brossura, cop.con bandelle. Coll.di Saggi e Monografie "Lo Scandaglio",1.

EUR 10.00
Ultima copia
Aggiungi al Carrello

Vedi anche...

#321528 Dantesca
Roma, Salerno Editrice 2016, cm.12x16,5, pp.120, brossura. Collana Astrolabio, 15. La poesia di Dante è trapunta di stelle. Il suo sguardo verso il cielo non è però soltanto quello di un poeta, ma è anche quello di un appassionato di astronomia, una delle discipline più alte nell'assiologia scientifica medievale. Un astrofisico e un umanista dialogano intorno alle immagini stellari nella poesia dantesca, che ancora oggi coinvolgono e appassionano i lettori, sebbene il sistema scientifico di riferimento sia totalmente mutato.

EAN: 9788884029676
EUR 8.90
-21%
EUR 7.00
2 copie
#321077 Dantesca
A cura di Manuele Gragnolati, Luca Carlo Rossi, Paola Allegretti, Natascia Tonelli, Alberto Casadei. Tavarnuzze, Sismel - Edizioni del Galluzzo 2018, cm.24x28, pp.X,422, brossura. Collana Lopereseguite, 1. Il volume raccoglie i testi di quattro Workshop tenuti a Firenze, presso la Società Dantesca Italiana: i due dedicati alla «Vita nova» progettati da Manuele Gragnolati e Luca Carlo Rossi (WS 4-5, 2015), quello dedicato al «Fiore» progettato da Natascia Tonelli (WS 2, 2014), e quello dedicato all'«Epistola XIII» progettato da Alberto Casadei (WS 1, 2013). Contributi di: Paola Allegretti, Erminia Ardissino, Furio Brugnolo, Alberto Casadei, Marcello Ciccuto, Paolo De Ventura, Luciano Formisano, Manuele Gragnolati, Giuseppe Indizio, Giuseppe Ledda, Elena Lombardi, Lino Pertile, Donato Pirovano, Roberto Rea, Luca Carlo Rossi, Pasquale Stoppelli, Natascia Tonelli, Marco Veglia. M. Ciccuto, Prefazione. VITA NOVA a cura di M. Gragnolati e L. C. Rossi. M. Gragnolati - L. C. Rossi, Premessa. E. Ardissino, Vita nova. Il libro delle ‘transfigurazioni’ d’amore – F. Brugnolo, Conservare per trasformare. Il transfer lirico in Dante (Vita nuova e dintorni) – M. Gragnolati, Una performance senza gerarchia: la riscrittura bi-stabile della Vita nova – G. Ledda, L’ineffabilità nella Vita nova: retorica, mistica, narrativa – E. Lombardi, Il pensiero linguistico nella Vita nova – D. Pirovano, «La mia lingua parlò quasi come per se stesso mossa». Lettura di Donne ch’avete intelletto d’amore (VN XIX 4-14) – R. Rea, Cavalcanti nella Vita nuova: una proposta di rilettura – N. Tonelli, I tempi della poesia, il tempo della prosa: a proposito di alcune visioni della Vita nuova. FIORE. IL TESTO E IL COMMENTO a cura di P. Allegretti e N. Tonelli. P. Allegretti, Premessa: questioni vecchie e nuove intorno al Fiore – L. Formisano, L’attribuzione del Fiore: una questione aperta – L. C. Rossi, Un Fiore tra i commenti – P. Stoppelli, Paternità ed ecdotica del Fiore: aspetti indipendenti? – P. Allegretti, Il volgarizzamento alla luce del testimone. L’EPISTOLA A CANGRANDE: STATO DEGLI STUDI E NUOVE PROSPETTIVE a cura di A. Casadei. L. Pertile, Premessa – A. Casadei, Situazione dell’Epistola a Cangrande: una sintesi – P. De Ventura, Dante e Cangrande, Dupin e Salomone – G. Indizio, L’Epistola XIII: primi appunti per un approccio sistemico alle questioni attributive – M. Veglia, Dante e Cangrande tra Verona e Ravenna. Indici a cura di P. Allegretti - P. Pontari.

EAN: 9788884508560
EUR 58.00
-39%
EUR 34.90
Ultima copia
#320744 Dantesca
Segrate, Arnoldo Mondadori Editore 2021, cm.15x21,5, pp.288, brossura copertina figurata a colori. Collana Strade Blu. «I nostri nemici finiranno all'Inferno; le nostre mamme in Paradiso; ma a noi un po' di Purgatorio non lo leva nessuno. Per questo il Purgatorio è il posto degli uomini, dove andremo tutti. Meglio sapere per tempo quel che ci aspetta. Dante stesso pensava di finirvi da morto, nel girone dei superbi...». Aldo Cazzullo prosegue il viaggio sulle orme del «poeta che inventò l'Italia». Il romanzo della Divina Commedia, dopo l'Inferno, racconta ora il Purgatorio: il luogo del «quasi», dell'attesa della felicità; che è in sé una forma di felicità. Un mondo di nostalgia ma anche di consolazione, dove il tempo che passa non avvicina alla morte ma alla salvezza. Una terra di frontiera tra l'uomo e Dio, con il fascino di una città di confine. La tecnica narrativa è la stessa di "A riveder le stelle". La ricostruzione del viaggio nell'Aldilà viene arricchita dai riferimenti alla storia, alla letteratura, al presente. Il Purgatorio è il luogo degli artisti: il musico Casella, il poeta Guinizzelli, il miniaturista Oderisi che cita l'amico di Dante, Giotto. Ci sono i condottieri pentiti nell'ultima ora: Manfredi con il ciglio «diviso» da un colpo, Bonconte delle cui spoglie il diavolo ha fatto strazio, Provenzano Salvani che si umiliò a chiedere l'elemosina per un amico in piazza del Campo a Siena. E ci sono le donne: gli occhi cuciti dell'invidiosa Sapìa, le lacrime disperate della vedova Nella e la splendida apparizione di Pia de' Tolomei, l'unico personaggio a preoccuparsi per la fatica di Dante, «Deh, quando tu sarai tornato al mondo/ e riposato della lunga via...». Nel Purgatorio, oltre a descrivere il Bel Paese, il poeta pronuncia la sua terribile invettiva civile: «Ahi serva Italia, di dolore ostello...». E in cima alla montagna, entrato nell'Eden, ritrova Beatrice, più bella ancora di come la ricordava. Dante trema per l'emozione, piange, perde Virgilio, e si prepara a volare con la donna amata in Paradiso. E ognuno di noi, dopo due anni di pandemia, ha capito quello che il Purgatorio vuole significare. Può così sentirsi come Dante: «Puro e disposto a salire a le stelle».

EAN: 9788804742333
EUR 18.00
-45%
EUR 9.90
Ultima copia
#320188 Dantesca
Atti del convegno. Firenze, 15 Ottobre 2013. Pisa Edizioni il Campano 2014, cm.24x21, pp.144, brossura. A Firenze, divenuta capitale del regno, il 14 maggio 1865 fu inaugurata la statua di Dante in piazza Santa Croce alla presenza di Vittorio Emanuele II. La cerimonia fu preceduta da un corteo al quale presenziarono circa trecento bandiere di province, comuni, scuole, istituzioni culturali e associazioni professionali provenienti da tutta Italia: una sorta di "plebiscito simbolico" della società civile nel nome del poeta. Di quei vessilli di seta, ricamati o dipinti a mano, preziose testimonianze dell'epoca, si erano perse le tracce: alcuni sono stati recentemente rinvenuti nei magazzini di Palazzo Pitti e attendono di essere restaurati. Il loro ritrovamento ha fornito materiali nell'ottobre del 2013 - per una mostra documentaria presso la Biblioteca Nazionale e per un convegno a Palazzo Vecchio, del quale questo volume raccoglie gli Atti. Corredano il testo le riproduzioni di una parte delle bandiere che sfilarono in piazza Santa Croce il 14 maggio 1865, tratte da un manoscritto inedito della Biblioteca Nazionale.

EAN: 9788865282267
EUR 19.00
-15%
EUR 16.00
Ultima copia