CARRELLO vai al carrello
Libri
Totale
SPESE DI SPEDIZIONE GRATIS
PER IMPORTI SUPERIORI A
35 € IN ITALIA
70 € IN EUROPA
#27786 Scienze

Le tavole murali di von Schroeder.

Autore:
Editore: Electa.
Data di pubbl.:
Dettagli: cm.22x24, pp.89, XL tavv.a col.nt. br.cop.fig.a col.

Abstract: Le tavole didattiche di von Schroeder rappresentano impianti industriali chimici del secolo passato e tecnologie chimiche ancora più remote. Molte tavole rappresentano tecnologie industriali ed impianti chimici d'avanguardia per l'epoca della loro pubblicazione. Le prime quindici tavole sono state pubblicate fra gli anni 1884 e 1887 dall'editore Th.G. Fisher di Kassel ed erano opera di G. e J. Schroeder. Esse erano accompagnate dal testo esplicativo "Erlauterung zu den Wandtafeln fur den Unterricht in der Allgemeinen Chemie und Chemischen Technologie" degli stessi autori. L'opera fu continuata da A. Harpe, A. Schierl e H. Krause fino alla tavola XL (1902) e da A. Harpe e K. Hradecky fino alla tavola cinquanta che è l'ultima del catalogo Desaga del 1909. Delle Tavole furono stampate edizioni successive distinguibili dalla prima anche per l'aggiunta del "titolo" del processo rappresentato. Quelle qui illustrate sono le prime quaranta, quelle ritrovate nei sotterranei del Dipartimento di Chimica dell'Università di Roma "La Sapienza" ed attualmente custodite dal Museo di Chimica di questa Università. Esse appartengono alla prima edizione come testimoniato dalle date di stampa dei fascicoli esplicativi. La data di edizione ed il luogo di ritrovamento suggeriscono che queste tavole al pari di molti altri oggetti ancora esistenti, ed in uso, nel Dipartimento di Chimica di Roma provengono da via Panisperna e sono da riferirsi all'attività didattica del "Regio Istituto di Chimica" diretto, a quel tempo da S. Cannizzaro. Il loro uso a fini didattici deve essere stato molto assiduo come testimoniano i bordi consumati, l'aggiunta sul retro di un rinforzo di tela ad impedire ulteriori danni e la riquadratura in tela gommata, il tutto molto artigianale. Questo significa che l'impiantistica chimica industriale era parte integrante ed importante del lavoro didattico-scientifico del gruppo di Cannizzaro. Il modello da seguire per spronare ed accompagnare lo sviluppo dell'industria chimica in Italia era quello tedesco e, in parte, quello francese come testimoniano altri oggetti coevi del Museo di Chimica. .

EAN: 9788843543021
EUR 12.91
-39%
EUR 7.75
Disponibile
Aggiungi al Carrello