MENU
SPESE DI SPEDIZIONE GRATIS
PER IMPORTI SUPERIORI A
35 € IN ITALIA
70 € IN EUROPA
Click per vedere l'elenco
Ultimi arrivi
Più rilevanti
Autore crescente
Autore decrescente
Titolo crescente
Titolo decrescente
Editore crescente
Editore decrescente
Prezzo crescente
Prezzo decrescente
Pagina
di

Le Collane

#85622

La Galleria d'Arte Moderna di Palazzo Pitti. Storia e collezioni.



Autore:
Curatore: Saggi di Vanessa Gavioli. Schede delle opere di Silvestra Bietoletti, Riccardo Caldini, Rossella Campana e altri.
Editore: Silvana Ed. Per Banca Toscana.
Data di pubbl.:

Dettagli: cm.25x29, pp.320, 360 figg.bn.e a col.nt. leg.ed.in t.tela, sopracop.fig.a col.

Abstract: La Galleria d'Arte Moderna venne inaugurato nella sua sede attuale nel 1924, ma la storia delle sue collezioni è molto più antica e risale al 1784, anno in cui il Granduca Pietro Leopoldo riformò l'Accademia fiorentina, istituendo accanto a quella d'arte antica, una Galleria d'arte moderna da incrementarsi con continuità attraverso l'acquisizione delle opere premiate nei concorsi accademici e nei saggi di pensionato artistico oltre a quelle, sempre più numerose, provenienti dalla raccolta d'arte contemporanea di committenza granducale. Il compito di suggerire un ordinamento dei diversi nuclei fu affidato nuovamente ad una riforma accademica (1867) in parallelo ad i nuovi criteri che separavano nettamente l'istituzione scolastica da quella museale, formando per quest'ultima una sede statale suddivisa nelle sezioni antica e moderna. In questa sede si raccolsero le opere moderne delle collezioni lorenesi, mentre quelle dell'Accademia vennero annesse alla scuola, in una naturale continuità tra il luogo di insegnamento e le opere che ne erano testimonianza, istituendo così la Galleria moderna dell'Accademia, come allora fu denominata. Al fine di stabilire i criteri giuridici per la gestione e l'incremento di questa nuova istituzione, nel 1914 lo Stato Italiano e il Comune di Firenze stipulavano una Convenzione (tuttora vigente e che costituisce un unicum nel panorama museale Italiano) che garantiva una gestione comune del patrimonio con la creazione di una speciale Commissione destinata ad acquisire nuove opere d'arte grazie ai proventi derivanti dai fondi dei biglietti. Allestita in 30 sale del secondo piano, la Galleria d'arte moderna di Palazzo Pitti offre un quadro completo della pittura dal Neoclassicismo al XX sec.- con particolare riguardo ai movimenti dell'arte in Toscana -, qualche esempio significativo della scultura di quel periodo, alcune opere di artisti stranieri e campioni efficaci di arti applicate ottocentesche. Il percorso, organizzato in sequenza cronologica e per gruppi tematici,chiarisce al visitatore la storia dei diversi nuclei collezionistici consentendo altresì la corretta lettura degli ambienti monumentali, contrassegnati dal gusto delle dinastie che vi si avvicendarono (Lorena e Savoia).

EAN: 9788836606061
EUR 50.00
-50%
EUR 25.00
Aggiungi al Carrello
Inserisci un testo da ricercare in tutto il catalogo
Cerca
Nessun parametro di ricerca inserito.
Libri
Totale
Riepilogo Carrello
DESCRIZIONE
PREZZO
TOTALE LIBRI
Nessun articolo nel carrello.
Aggiunto titolo al carrello.
Rimosso titolo dal carrello.
Vai al carrello...
Bentornato
Spese gratis in Italia
Spese gratis in Europa
Aggiungi promo al Carrello
SCOPRI I LIBRI GRATIS
Chiudi
RICERCA
Password dimenticata ?
Click per vedere l'elenco
Dati di registrazione / Spedizione
Hai già un account ?
effettua la login
effettua il logout
Conferma Password
Nome
Cognome
Indirizzo / N° civico
Città / Provincia
Nazione
Telefono
Cellulare
Dati di fatturazione
Ragione Sociale
Partita IVA
Codice Fiscale
Sei una libreria ?
Si
Vuoi riceverla ?
Seleziona Materie
Materie inserite
Aggiungi
Sicurezza
Ripeti il codice di sciurezza
I campi contrassegnati con la bordatura rossa sono obbligatori.