CARRELLO vai al carrello
Libri
Totale
SPESE DI SPEDIZIONE GRATIS
PER IMPORTI SUPERIORI A
35 € IN ITALIA
70 € IN EUROPA

Sola!! Romanzo.

Autore:
Editore: Casa Editrice Sonzogno.
Data di pubbl.:
Dettagli: cm.21x29,5, pp.583,(1), centinaia di incis.nt., brossura (due lacune alla cop.posteriore; interni ingialliti.)

EUR 18.00
Ultima copia
Aggiungi al Carrello

Vedi anche...

Traduz.di G.Bisi. Milano, Casa Editrice Sonzogno s.d. (1921), cm.11,5x17,5, pp.236, legatura ed.cartonata, titoli in oro al piatto ant.e al dorso. Buon esempl. Coll.Biblioteca Universale.
EUR 8.00
Ultima copia
Traduz.di Roberto Ortolani. Milano, Garzanti Ed. 1956, cm.14,5x22, pp.519, legatura editoriale cartonata.
Note: Mancante della sopracoperta.
EUR 7.00
Ultima copia
Illustrazioni dell'Autore. Prefazione e note di Henry Furst. Traduzione di Anna Banti. Milano, Longanesi 1968, 3 voll. in custodia, cm.11,5x18, pp.282,292,281, brossura copertina figurata a colori. Collana I Libri Pocket,127, 128, 129.
EUR 9.90
Ultima copia
Traduzione di Laura Bussotti. Milano, Mondolibri su Licenza Mondadori 2019, cm.14x22, pp.448, legatura editoriale cartonata, sopracoperta figurata a colori. «Molti hanno raccontato la mia storia. Adesso è il mio turno.» Era il 16 luglio del 1918 quando i tumulti che scuotono la Russia dopo la Rivoluzione d'Ottobre prendono forma in uno degli atti più violenti che la storia dell'impero ricordi: l'esecuzione a sangue freddo dell'intera famiglia dello zar Nicola II Romanov. Sua moglie e i suoi figli furono tutti freddati a colpi di fucile nei sotterranei della casa di Ekaterinburg dove erano agli arresti domiciliari. Nessuno sopravvisse, o almeno così si pensò. È il 17 febbraio del 1920 quando una giovane donna viene ritrovata a Berlino, in un canale, vicina alla morte per assideramento. In ospedale, ormai salva, i medici scoprono che il suo corpo è ricoperto di orrende cicatrici. E quando finalmente la donna apre bocca, sarà per dire il proprio nome: Anastasia. In molti non le credono: per loro è solo Anna Anderson, una polacca emigrata in Germania, a cui interessa soltanto la fortuna della famiglia zarista. Ma in Europa comincia a diffondersi, tra reali in esilio e circoli dell'alta società, la voce che la giovane Anastasia sia sopravvissuta. Che la figlia più piccola dello zar Nicola II e della zarina Alessandra, la spericolata bambina che tutti amavano, sia ancora viva. Tra speculazione, verità, inganni, Ariel Lawhon costruisce un romanzo ricco, sorprendente e prezioso come un uovo Fabergé, raccontandoci la storia incredibile di Anastasia Romanova e di Anna Anderson, la donna che sostenne sempre di essere la granduchessa russa, giocando in modo irresistibile con la Storia e i suoi misteri.
EUR 9.00
Ultima copia