CARRELLO vai al carrello
Libri
Totale
SPESE DI SPEDIZIONE GRATIS
PER IMPORTI SUPERIORI A
35 € IN ITALIA
70 € IN EUROPA

L' "eurocomunismo e lo Stato".

Autore:
Curatore: Trad.di G.Lapasini.
Editore: Editori Riuniti.
Data di pubbl.:
Collana: Coll.Politica,5.
Dettagli: cm.12,5x19,5, pp.211, brossura Coll.Politica,5.

EUR 5.00
2 copie
Aggiungi al Carrello

Vedi anche...

Antologia. Roma, Editori Riuniti 1964, 2 voll. cm.15x22, pp.XVI,506,661, legature editoriali cartonate. Coll.Pensiero e Azione Socialista.
Note: Scritta a penna all'antiporta del primo volume.
EUR 23.00
Ultima copia
Roma, Editori Riuniti 1966, cm.14x22, pp.380, brossura Coll.Opere di Antonio Gramsci.
Note: Qualche segno nel testo.
EUR 9.00
Ultima copia
Milano, Arnoldo Mondadori Editore 2018, cm.15x21, pp.605, brossura con bandelle e copertina figurata. Collana Narrative. "Dawla" in arabo significa Stato ed è uno dei modi in cui gli affiliati dello Stato islamico chiamano la propria organizzazione. Gabriele Del Grande è andato a incontrarli in un avventuroso viaggio partito nel Kurdistan iracheno e terminato con il suo arresto in Turchia. Questo libro è il racconto delle loro storie intrecciate alla storia più grande dell'ascesa e della caduta dello Stato islamico. Un racconto che parte nel 2005 nei sotterranei del carcere di massima sicurezza di Saydnaya, in Siria, e che passa per la rivoluzione fallita del 2011, la guerra per procura contro al-Asad, il ritorno del Califfato e gli attentati che hanno sconvolto l'Europa. Del Grande mette in scena una galleria di personaggi le cui vicende si snodano in un intreccio di storytelling e geopolitica. Un manifestante siriano spinto da un'autentica sete di giustizia a prendere le armi e che, davanti alla corruzione dell'Esercito Libero, sceglie di arruolarsi nel Dawla, dove farà carriera come agente dei servizi segreti interni ed emiro della polizia morale, hisba. Un hacker giordano in fissa con l'esoterismo giunto in Siria seguendo le profezie sulla fine del mondo e finito nel braccio dei condannati a morte in una prigione segreta del Dawla. E un avventuriero iracheno ingaggiato da un ex colonnello dell'Anbar che grazie alla propria intraprendenza si addentrerà nel livello più oscuro dei servizi segreti del Dawla, quello responsabile della pianificazione degli attentati in Europa. Questo libro ci racconta storie forti, piene di colpi di scena, avventure, sentimenti, rabbia, amore, vita, morte, punti di vista opposti sulla guerra e sul mondo. Il volume nasce da un progetto di crowdfunding che ha avuto un appoggio appassionato e generoso da parte dei sostenitori di Del Grande, qui impegnato ad affrontare lo scomodo punto di vista dei carnefici. "Non per giustificare, non per umanizzare. Ma unicamente per raccontare e, attraverso una storia, cercare una risposta, ammesso che ve ne sia una, a quell'antica domanda sulla banalità del male che da sempre riecheggia nelle nostre teste dopo ogni guerra".

EAN: 9788804687412 Note: Piccola cifra a penna nera in antiporta.
EUR 19.00
-21%
EUR 15.00
Ultima copia
Roma, Salerno Editrice 2020, cm.15x21,5, pp.206, brossura copertina figurata a colori. Coll. L'altrosguardo. La guerra era iniziata, la propaganda era finita. Nel giugno 1976 il nuovo corso della guerra delle BR allo Stato era stato inaugurato dall'uccisione di Coco, Procuratore di Genova. Prima di lui il sequestro del giudice Sossi aveva rappresentato un cambio di strategia nell'azione brigatista: dall'azione dimostrativa al confronto diretto con lo Stato, che avrà il suo punto di non ritorno con il sequestro Moro.

EAN: 9788869731723
EUR 13.00
-38%
EUR 8.00
Disponibile