CARRELLO vai al carrello
Libri
Totale
SPESE DI SPEDIZIONE GRATIS
PER IMPORTI SUPERIORI A
35 € IN ITALIA
70 € IN EUROPA

Banca CRT. Storia, patrimonio d'arte, comunicazione d'impresa.

Curatore: A cura di Chiara Ottaviano.
Editore: Cassa di Risparmio.
Data di pubbl.:
Dettagli: cm.24,5x30,5, pp.254, 267 figg.bn.e a col.nt. legatura ed. sopracop.fig.a col.

EUR 13.00
2 copie
Aggiungi al Carrello

Vedi anche...

Milano, Skira 2013, cm.24x28, pp.224, ill a colori. legatura editoriale cartonata sopracoperta, cofanetto.

EAN: 9788857213293
EUR 50.00
-54%
EUR 23.00
Ultima copia
#309770 Storia Medioevo
Roma, Salerno 2018, cm.13x20, pp.170, brossura copertina figurata. Coll.Aculei,29. Collana diretta da Alessandro Barbero. Dal grande gioco internazionale della guerra e delle finanze regie al panico sui mercati: la storia del grande crack degli anni '40 del Trecento è ricostruita in parallelo con la crisi della finanza pubblica che causò la bancarotta di Firenze. Le cronache dell'epoca restituiscono con toni drammatici la ricerca di provvedimenti di emergenza per rassicurare i creditori senza annientare l'imprenditoria cittadina, mentre la nascita di un sistema di debito pubblico (il cosiddetto "Monte") diventa la chiave per il finanziamento della Repubblica e per l'uscita dalla perversa spirale di quel fatidico 1345. Affiora cosi una complessa strategia di salvaguardia della credibilità degli operatori fiorentini, destinata a modificare i rapporti tra cittadini e Stato fino a costituire la nuova etica civica del primo Rinascimento.

EAN: 9788869732744
EUR 14.00
-37%
EUR 8.70
Disponibile
#279111 Economia
A cura di Paolo Battaglia. Collaborazione di Chiara Pulini. Modena, Artioli 1899 per BPER Banca 2017, cm.23x31, pp.300, ill.a colori. legatura editoriale, sopracoperta figurata. «Tutto è partito da quattro persone e oggi contiamo 11mila dipendenti». Lo riassume così, l’amministratore delegato di Bper Alessandro Vandelli, il lungo viaggio fatto dalla Banca Popolare dell’Emilia Romagna in 150 anni di storia che ‘cadono’ esattamente lunedì 12 giugno. Alle sue spalle, nella chiesa di San Carlo, in centro storico a Modena, una mostra (ufficialmente inaugurerà sabato alle 18 e 30 e resterà aperta al pubblico fino a domenica 9 luglio) all’interno della quale è possibile vivere in prima persona quell’inizio, datato 1867: l’installazione, infatti, curata da Paolo Battaglia, Fausto Ferri e Chiara Pulini, rievoca l’ambiente della prima principale sede, che, a cavallo tra ‘800 e ‘900, si trovava in Corso Canalgrande, a Modena. Attraverso carte, fotografie e realtà virtuale, la mostra ‘150 di valori. La storia di Bper Banca in mostra’ mette a disposizione numerosi documenti che sono stati recuperati direttamente dagli archivi della Bper. Per esempio la Seconda Guerra Mondiale, quando la banca mise in aspettativa un dipendente ebreo riuscendo in questo modo a mantenerlo economicamente, salvandolo dagli effetti delle leggi razziali in vigore. Ci sono, fedelmente ricostruiti, i pilastri, la balconata superiore e la boiserie che aveva la funzione di bancone con le casse. A tutti i visitatori, ribadendo quel concetto del legame col territorio più volte sottolineato da Vandelli, sarà consegnato un catalogo non fatto da semplici immagini ma da figurine (che notoriamente di Modena sono uno dei principali simboli), ovvero il numero speciale del magazine ‘Bper Banca Per Voi’. Sia la mostra allestita nella chiesa di San Carlo che l’album di figurine hanno preso vita a partire dal libro ‘150 anni di valori. Storia illustrata di Bper Banca’, a cura di Paolo Battaglia: un vero e proprio archivio costruito con oltre mille immagini che accompagnano i 150 anni della Banca. “Questo libro costituisce il primo tentativo di applicare il metodo della visual history di stampo anglosassone al percorso di vita di un istituto di credito – spiega proprio Battaglia -, le immagini al di là della loro importanza visiva e del loro significato originario, trasformate in strumenti interpretativi dei rapporti esistenti tra i soggetti e le realtà sociali, politiche ed economiche che li hanno espressi”. La mostra presentata oggi è solo un primo assaggio di un ricco menù di eventi che sabato, domenica e lunedì prossimi porterà nella città emiliana tanti volti noti. (T-CA)
EUR 13.00
Ultima copia
#279006 Economia
A cura di G. De Rosa. Bari, Laterza 1996, cm.13,5x21, pp.XXI,346, legatura editoriale, sopracoperta fig. a colori. Coll.Storia delle Banche D'italia. Nata nel 1866 dall'alveo del mutualismo borghese per l'iniziativa di Luigi Luzzatti e Fedele Lampertico, già alla metà degli anni Settanta dell'Ottocento la Banca Popolare Vicentina raggiunse una posizione di spicco fra le istituzioni creditizie nazionali mantenendosi fino all'età giolittiana ai vertici della graduatoria delle banche popolari italiane. Il modello di istituto elaborato da Luzzatti si dimostrò particolarmente adatto a rispondere alla domanda di credito di artigiani, professionisti, piccoli industriali, proprietari agricoli, intermediari e negozianti al minuto che, all'ombra delle grandi imprese laniere dei Rossi e Marzotto, hanno fatto di questa provincia una delle aree più industrializzate del Veneto.

EAN: 9788842051336
EUR 33.57
-58%
EUR 14.00
Ultima copia