CARRELLO vai al carrello
Libri
Totale
SPESE DI SPEDIZIONE GRATIS
PER IMPORTI SUPERIORI A
35 € IN ITALIA
70 € IN EUROPA
#7840 Arte Pittura

Luca Signorelli.

Autore:
Curatore: A cura di Mario Salmi, Giovanni Poggi. Cortona, maggio-agosto 1953. Firenze, settembre-ottobre 1953.
Editore: Tipogr.Ariani.
Data di pubbl.:
Dettagli: cm.16x21,5, pp.XIX-172, 81 tavv.bn.nt. brossura

EUR 16.00
3 copie
Aggiungi al Carrello

Vedi anche...

#267977 Arte Pittura
Firenze, Sansoni/Sadea 1970, cm.12x18, pp.39, num.tavv.a col.ft. brossura cop.fig.a col. Coll.I Diamanti dell'Arte.17.
EUR 5.00
2 copie
#177572 Arte Pittura
Arcevia dal 15 marzo al 28 settembre 2008. Milano, Skira Ed. 2008, cm.23x28, pp.64, num.figg.a col.nt. brossura cop.fig.a col.con bandelle. [volume nuovo] Voluta da Giacomo di Simone Filippini, un maggiorente della allora Roccacontrada, la tavola destinata alla cappella gentilizia della famiglia nella chiesa di San Francesco, raffigura la Vergine del latte con quattro Santi ed è stata realizzata nel 1508. Una pala che è fra le opere più schiette del pittore per l'attenuarsi dei contrasti luminosi e cromatici in una tenue luce diffusa. Luca Signorelli, allievo di Piero della Francesca, con esperienze fiorentine nella bottega di Antonio Pollaiolo e Andrea del Castagno, celebrato da Giorgio Vasari nelle sue "Vite", morto a Cortona nel 1523, ha operato anche a Loreto, Fabriano, Matelica, Camerino, Urbino. Nell'antica Rocca Contrada, ora Arcevia, Signorelli dimorò a lungo lasciando straordinari capolavori, alcuni dei quali dispersi. La Collegiata, dove sono molto ben conservati il Polittico di San Medardo e il Battesimo di Cristo, accoglie ora molto dignitosamente la Madonna in trono col Bambino e i santi. Nella chiesa vi sono numerose altre opere d'arte di scultori, pittori, incisori che testimoniano l'importanza e la ricchezza di Rocca Contrada nei secoli trascorsi.

EAN: 9788861307438
EUR 19.00
-50%
EUR 9.50
Disponibile
#147895 Arte Pittura
Presentaz.di Mariagiulia Burresi. Pisa, Ediz.ETS 2001, cm.21x29,7 pp.144, num.ill.e tavv.bn.e col.nt.e ft.anche a doppia pag. brossura cop.fig.a col. Proporre strumenti didattici per un uso formativo dei beni culturali nella scuola ha sempre comportato, a nostro avviso, l’obbligo di evitare facili atteggiamenti demagogici quali il limitarci a corrette e chiare informazioni sui contenuti storico-artistici dei problemi. Di fatto, anche le scuole più attrezzate non sono mai apparse in grado di acquisire da sole tutta la strumentazione documentale e iconografica che permettesse di lavorare fruttuosamente con i percorsi di volta in volta proposti. Per questo, sin dall’inizio, per definire l’impianto metodologico della Sezione Didattica voluta dall’allora direttore del Museo Nazionale di San Matteo Antonino Caleca, furono coinvolti nel 1974-75 esperti del mondo della scuola, come Ilario Luperini e Lucia Tomasi Tongiorgi, e poi Mario Lupi e Giovanni Parmini che riportassero nel museo le piu avanzate esperienze, proposte ed esigenze che la scuola esprimeva nel settore. Dalle prime schede metodologiche illustranti i vari percorsi proposti, si poté così passare alla realizzazione di cartelle di materiali didattici che nell’area della provincia pisana – per la quale e nella quale la Sezione Didattica del Museo di San Matteo ha sempre svolto funzione di servizio territoriale in stretto collegamento con le politiche formative e culturali degli Enti Locali – ha visto la pubblicazione della cartella su Le Mura di Cascina, Le Mura di Pisa e Le croci dipinte. La presente pubblicazione si inserisce in questo filone, mantenendo nella forma-libro, più idonea alla distribuzione non solo in ambito locale, la duttilità e la varietà di strumenti delle cartelle di materiali. La pubblicazione presenta una profonda innovazione del percorso su Luca Signorelli, a lungo sperimentato con le scuole del volterrano, perché il suo uso sia più articolabile nelle varie fasi dell’iter scolastico, più ricco ed estensibile a scuole di altre aree. Anche offrendo, a premessa, ai docenti – il cui ruolo, nella progettazione e nella regia di percorsi personalizzati sulle esigenze delle proprie classi e alunni, si tende qui a potenziare – un momento di riflessione pedagogico-culturale che si ritiene essenziale anche per meglio definire il rapporto tra l’ educazione all’arte, come processo per l’apprendimento linguistico ed espressivo/creativo e un uso formativo dell’arte per favorire la maturazione di un cittadino consapevole non solo delle necessità di tutela del nostro sterminato patrimonio culturale, ma anche di utilizzare tutti gli aspetti di tale patrimonio che possano migliorare la qualità della vita indiviuduale e collettiva e promuovere un corretto sviluppo della società.

EAN: 9788846704641
EUR 15.00
-46%
EUR 8.00
Disponibile
#118705 Arte Pittura
Novara, Istituto Geografico De Agostini 1953, cm.24,5x34, pp.72, 80 tavv.bn.ft.+13 tavv. a col.ft. legatura ed.tutta tela, con titoli in oro al piatto ant.e dorso. Ex libris.
EUR 39.00
2 copie